Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - alex

1801
KTM / Olio Motore KTM 990 ADV
« il: 02 Giugno 2011, 09:34:22 »
Sul libretto di uso e manutenzione, chiaramente viene consigliato il Motorex Power Sint 4T 10W/50.
Il precedente proprietario, quando l'ho portata via, nelle esaurienti indicazioni del "preconsegna" mi ha detto di usare il Bardahl XTC c60 10W/50, e questo con mia grande soddisfazione perchè con quell'olio mi son sempre trovato bene, avendolo usato sia per le Duca che per la Zukina.
La sua motivazione: col Motorex rabboccava un etto circa ogni 5-7000 km, col Bardahl mai.
Il che ci sta, se mi baso su esperienze personali. Ad esempio, per la Bastarda una volta ho usato il Castrol in luogo dell'Agip e mi sono accorto che se lo mangiava a colazione nonostante le specifiche identiche. Ritornato all'Agip, più nessun consumo di olio.
Quindi mi pare di poter desumere che, a parità di specifiche,
http://www.elf-lubrificanti.it/lub/lubitalia.nsf/VS_SWIPSA/07983E429DEE51A4C125717A003BD6B9?OpenDocument&UNI=C12570D60045A10DC12570960052BCA6&
non tutti gli oli, pur essendo utilizzabili su un motore in modo indistinto, sono uguali nella resa.

Leggo per esempio che Claudio percorre anche lui molta strada senza dover rabboccare, e d'altra parte sui forum si legge che per la ADV è da ritenersi normale un consumo di un etto per 5000 km circa. Gli altri ADVisti, e in generale tutti gli LC8isti che girano qui attorno, che esperienza hanno in merito?

poi ancora: vista la mia tendenza a "viziare" le mie ragazze, per il primo cambio d'olio fatto da me sarei tentato di provare a dare alla Culona il Castrol XT-4 C60, che ha basi sintetiche più pregiate in grado da sopportare picchi termici molto alti, quali quelli delle competizioni. Secondo voi è esagerato ed inutile, visto che non ne faccio certo un uso esasperato?

1802
Motore / Voglia di Rekluse
« il: 31 Maggio 2011, 20:35:06 »
Sempre il cerca del modo migliore (o peggiore, a seconda dei punti di vista  sm444) di buttare al vento soldi per le moto, tornando a casa, chiuso nel pensatoio Shoei ripensavo alla faccenda dello spariglio.
E se invece mi regalassi una Rekluse?  :o
La funzione della frizione automatica è anche quella di addolcire l'erogazione, e probabilmente potrei usare una marcia in meno per trarne i benefici della mappatura bigbang, oltre a un controllo totale della trazione ed a dimenticarmi della leva sinistra in caso di percorso fetente.
certo che stiamo parlando di oltre 1000 euro montata, contro i circa 30 del kit spariglio, manodopera esclusa...  :73:

Che dite, vale la spesa la Rekluse? Considerate anche che sto parlando della Bastarda, non di un kappino 300 col G-Force...  :-[

1803
Report su uscite nel nord Italia / Bitume Trentino
« il: 30 Maggio 2011, 13:30:52 »
Mi sono regalato un weekend di riposo (quasi) totale, wellness e carotona.







e visita al castello di Thun





con due pieghette in solitaria


1804
Notizie e curiosità / Ehm...
« il: 24 Maggio 2011, 22:38:27 »
Dopo le BMW taroccate da Husqvarna (quelle di Fretigné e Verhoeven) arriva la Rally Raid tutta rossa originale.
Esteticamente se la potevano risparmiare....  :93:


1805
Enduro racing e dual sport / Correva l'anno 2006
« il: 20 Maggio 2011, 23:26:28 »
e Motociclismo pubblicava questa interessante prova che non avevo ancora letto.
http://www.motociclismo.it/bmw-r-1200-gs-vs-ktm-lc8-990-adventure-1-moto-totali


1806
Abbigliamento ed equipaggiamento / Stivali Enduro: Indecisione
« il: 20 Maggio 2011, 20:08:46 »
Devo sostituire gli onesto ciabattoni che mi accompagnano da ormai 3 anni. Era ora, direte voi!  :hee20hee20hee:

Il fatto è che io ho selezionato una gamma ma non ne conosco neanche uno, per cui se qualcuno ne avesse provato un modello sarebbe così gentile da riportarmi le sue impressioni?

In semifinale sono andati:

Alpinestar Tech 7 (ho avuto i vecchi tech 3 e calzavano in modo fantastico, sensibilità buona ma debolucci come protezione)


FOX F3 Replica Carmichael Limited Edition (mi piacciono perchè sono innovativi e differenti dai soliti noti)


stesso modello, per la Bastarda andrebbero bene, quanto a colorazione, anche i Patriot


Gaerne SG12 (ma i Gaerne hanno solitamente una calzata troppo larga per il mio piede)


e infine quelli della marca da me preferita da sempre, così a pelle:
SIDI Crossfire New 2011 Red

1807
Accessori e attrezzature / Paramani: aperti o chiusi?
« il: 15 Maggio 2011, 18:11:27 »
Premesso che sono sempre stato un fautore dei paramani aperti, per via della minore "pericolosità" intrinseca, e che però, da un anno e passa, mi sto godendo gli Acerbis chiusi che monta la bastarda nonchè, da poco, quelli della ADV.
Considerato che la loro funzione, in ogni caso, è quella di proteggere le mani da sferzate dei rami e dalle sassate che ci sparano quelli che ci stanno davanti, e che a mio avviso i modelli chiusi hanno la sola funzione di preservare le leve dagli urti di minore entità (ossia la stragrande maggioranza).

Oggi mi ricapita di rivedere un filmato emblematico:
http://www.youtube.com/watch?v=CJEbhpzPtRc&feature=player_embedded

Al tizio è andata di lusso, ha innescato una sequenza (caduta in avanti + accelerata involontaria) che avrebbe potuto apportargli ben altri esiti.
Se aggiungiamo che 2 miei vecchi amici si sono fratturati le mani proprio a causa dei paramani chiusi, nel giro di 3 mesi due o tre anni fa e proprio in cadute in cui non è stato possibile liberare la mano dalla moto e con corpo e moto che andavano in 2 direzioni diverse: che dite, sono da preferire i modelli aperti, o possiamo considerare la casistica di danni derivanti dall'uso di quelli chiusi talmente esigua che conviene beccarsi il beneficio per le leve, fintanto che ci va dritta?

1808
Notizie e curiosità / Ah, avessi un po' di soldini in più...
« il: 14 Maggio 2011, 09:31:22 »
Questa per 4500 euro non me la farei scappare  sm41

http://www.moto.it/moto-usate/suzuki/dr-z-400/dr-z-400-valenti-racing--2006-07/index.html?msg=3165076

E' una Valenti, è del 2007, e vien via con tutti quegli accessorietti che ne fanno davvero una "pronto raid" per dievrtirsi.
I 400 costano una cippa di bollo e di assicurazione, e il motore... beh, si sa che garanzie offra  sm13
Speriamo solo che capiti in buone mani  :73:

1810
KTM / Ma quanto vi fa l'ADV?
« il: 11 Maggio 2011, 21:30:13 »
Parlo del 990 EFI, in relazione al consumo di benza.
Ho fatto 250 Km con 14 litri, mi pare buono, decisamente più di quanto immaginassi ed anche distante da quel che ho letto nelle prove.
Però devo dire che la tengo in un range compreso tra i 4000 ed i 7000 giri, oltre ci sarò arrivato una decina scarsa di volte e per tratti brevissimi...praticamente in sorpasso e nei curvoni larghi  sm414

1811
... e intanto vedi mo che ti combina il Polipo.... (Grande!!)  :PDT_Armataz_01_37:

http://transamericaenduro2011.blogspot.com/

la Via del Sale in confronto è la distanza tra il divano e il  sm454 di casa nostra...   sm409

1812
Aprilia / Nuovo problema Aprilia RXV 550
« il: 06 Maggio 2011, 14:34:55 »
Non so più che pesci prendere....  :c002:

La moto in accelerazione non sta assolutamente in asse, e questo indifferentemente dal tipo di fondo, tant'è che addirittura la cosa si accentua aprendo su asfalto.
Il problema è che la ruota anteriore non ne vuol sapere di star giù a terra.  sm17
Questo fatto tra le altre cose mi impedisce di godermi il paesaggio davanti e crea una non indifferente usura sproporzionata tra copertone davanti e quello dietro.

Come posso fare? Aiutatemi, sono disperato!  sm41




























 sm452










 :hee20hee20hee:

1813
Notizie e curiosità / Via del Sale chiusa. Vi risulta?
« il: 03 Maggio 2011, 21:15:51 »
Dal tam-tam dei forum di 4x4 giunge da più parti la notizia che i Comuni, con quello di Limone in testa, abbia chiuso la Via del sale con una sbarra (subito segata) e che comunque permanga ben visibile il divieto a fuoristrada e quad.
Il motivo starebbe nella mancanza di fondi per la manutenzione, aggravata dal passaggio di questi mezzi in modo ultimamente massivo.

Chi è da quelle parti sa qualcosa di preciso, specie in merito alla continuazione della percorribilità in moto?

1814
Per chi pensa di adottare coperture da cross o misure "alternative":

http://www.motociclismo.it/inasprite-le-sanzioni-per-pneumatici-da-moto-non-omologati-moto-11068

L'articolo prende in considerazione un aspetto specifico, ossia quello relativo a produzione e commercializzazione di pneumatici non omologati, ma il raggio d'azione della normativa è a tutto spettro e comprende qualsiasi componente.

E' quindi opportuno far presente che l'articolo successivo, il tristemente noto art. 78 del Codice della Strada, ed il successivo art. 79, prevedono sanzioni pesanti non solo per le coperture, ma per tutte le componenti omoogate sui nostri mezzi.
Beh, anche su quelli degli altri  :hee20hee20hee:

http://www.patente.it/normativa/articolo-78-cds
http://www.patente.it/normativa/articolo-79-cds

ed entrambi fano riferimento alla Madre di Tutte le Fregature: l'articolo 72  sm40

http://www.patente.it/normativa/articolo-72-cds

per il quale:

1. I ciclomotori, i motoveicoli e gli autoveicoli devono essere equipaggiati con:

a) dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione;
b) dispositivi silenziatori e di scarico se hanno il motore termico;
c) dispositivi di segnalazione acustica;
d) dispositivi retrovisori;
e) pneumatici o sistemi equivalenti.

Il tutto, va identificato come relativo a quel veicolo. Per farlo, si ricorre all'art. 75:
Accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione e omologazione.

1. I ciclomotori, i motoveicoli, gli autoveicoli, i filoveicoli e i rimorchi, per essere ammessi alla circolazione, sono soggetti all'accertamento dei dati di identificazione e della loro corrispondenza alle prescrizioni tecniche ed alle caratteristiche costruttive e funzionali previste dalle norme del presente codice. Per i ciclomotori costituiti da un normale velocipede e da un motore ausiliario di cilindrata fino a 50 cc, tale accertamento è limitato al solo motore.

2. L'accertamento di cui al comma 1 ha luogo mediante visita e prova da parte dei competenti uffici della Direzione generale della M.C.T.C. con modalità stabilite con decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione. Con lo stesso decreto è indicata la documentazione che l'interessato deve esibire a corredo della domanda di accertamento.

3. I veicoli indicati nel comma 1, i loro componenti o entità tecniche, prodotti in serie, sono soggetti all'omologazione del tipo; questa ha luogo a seguito dell'accertamento di cui ai commi 1 e 2, effettuata su un prototipo, secondo le modalità stabilite con decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione. Con lo stesso decreto è indicata la documentazione che l'interessato deve esibire a corredo della domanda di omologazione.
[OMISSIS]

Per cui, si fa riferimento alla Fiche di omologazione e si ragiona per conformità.
Unicamente, almeno questo, per le componenti di cui alle lettere a,b,c,d,e del 1° comma dell'articolo 72.

1815
Nuove tecnologie / Conservatori e progressisti: l'iniezione
« il: 26 Aprile 2011, 10:04:09 »
Parlare di nuove tecnologie a proposito di iniezione fa un po' ridere, ma l'adozione in massa sulle moto da fuoristrada è abbastanza recente e per i più è ancora una strana cosa da accettare, come credo avvenne per i nostri nonni quando si iniziò a comunicare con un telefono invece che... a strilli nei campi  sm444

Il motivo principale per cui è stata adotatta la alimentazione tramite iniezione gestita elettronicamente è il rientro nei parametri prescritti a livello europeo. Ottimizza l'apporto necessario al motore per funzionare bene, e quindi influisce positivamente sulle emissioni.

Ma ha altri vantaggi?

Io direi di si. Ad esempio, i consumi. Consideriamo che un motore a carburatori ha un flusso predeterminato e che viene alimentato solo dalla parzializzazione della ghigliottina. Per cui in molte situazioni è evidente che ci possa essere sovrabbondanza di carburante e spreco. L'iniezione invece lavora su istruzioni della cetralina che analizza parametri quali temperatura di esercizio, giri motore, posizione della/e farfalla/e ed in quanto tale ottimizza l'alimentazione nella quasi totalità dei casi.
Poi c'è il fatto che un motore ad iniezione non soffre, praticamente, nè di altitudine né di temperatura, di umidità e/o posizione della moto.
In base ai parametri predetti, trova la soluzione idonea e la moto fila sempre via liscia, oltre che partire sempre in modo pronto e senza tentennamenti. Vi pare poco?

I contro:
E' collegata ad un "cervello" più sofisticato di quello che bastava al carburatore. Questo ci mette inquietudine nei guadi, per via dei sensori sparsi in avrie posizioni del telaio.
Abbiamo bisogno di un software idoneo per modificare o correggere i parametri base. E questo ci rende insicuri, e quindi diffidenti. Non si può aprire una vaschetta per soffiare sui getti. Anzi, quando togliamo il complesso filtro rimaniamo perplessi davanti a quelle cose che stanno nel condotto. Ma è lo stesso atteggiamento che ebbe la Chesa davanti alle teorie di Galileo, o di Copernico.  :hee20hee20hee:

Si dice che i corpi farfallati siano più delicati nella sabbia e nella polvere costanti. Vedremo. Si diceva anche per le auto, e adesso quelle vanno e vengono ad iniezione in tutti i posti del pianeta. E vincono le gare senza problemi.
Infine, si dice che c'è troppa roba che si può rompere e quiindi non è idonea agli usi gravosi. Sarà, ma cosa si può rompere in un circuito elettronico ben protetto e ventilato quanto basta?
Se è vero quel che non c'è non si rompe, è anche vero che quel che non fa rumore non ha usura.
O no?