Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - alex

106
Filmati e foto / Il distruttore di speranze
« il: 19 Novembre 2016, 18:03:49 »
Sapendo che questo pippolino qua l'anno prossimo approderà alla MX1, intimamente speravo almeno due cose: che avrebbe finalmente dosato il gas come doveroso e che quindi non avrei più sentito quel fastidioso limitatore.
https://www.youtube.com/watch?v=XTi0IOaWyrk

Ebbene, nei giri di presa di confidenza col mezzo me le ha distrutte entrambe. Charo, a quel livello tutti vanno in quel modo, ma JH84 scende in pista con un unico obiettivo: dare almeno 20 secondi a tutti gli altri.

107
Filmati e foto / I segreti svelati
« il: 19 Novembre 2016, 17:44:41 »
Come se Houdini indisse una conferenza stampa per rivelare i suoi trucchi, come se Del Piero andasse dal portiere a dirgli come, quando e dove calcerà.   :57:

https://www.facebook.com/Husqvarna.Motorcycles.International/videos/1455221584495549/

Jarvis spiega al crucchetto come fare per essere il re dell'estremo. Adesso ci basta salire in moto ed eseguire le istruzioni, come montare un comodino dell'Ikea.  :V:  L'estremo è alla nostra portata  sm443

Però già mi sono incazzato all'inizio quando Rauchenecker dice "tutti possono imparare i suoi trucchi" e Jarvis rincara con "se hai la voglia di mogliorarti, può farlo chiunque".  :tris:

Intanto ho scoperto che sono "My Jarvis Level: penna nella pozzanghera"  sm444

108
Drive in / Supersaldi
« il: 18 Novembre 2016, 18:50:02 »
In offertissima, un berretto da baseball. Nessun problema di disponibilità. Rarissimo per collezionisti veri, mai messo in commercio.



109
Accessori e attrezzature / Piega manubrio
« il: 17 Novembre 2016, 18:32:55 »
Da uno scambio di opinioni con Teo91, è di nuovo emersa la varietà di preferenze in relazione ai manubri per le moto da enduro.
Io ad esempio ho trascinato per anni lo stesso immenso manubrio Husqvarna, e successivamante un Tommaselli piega Barozzi, di moto in moto, fino alla Bastarda. Il  successivo Reikon di serie della Beta non mi ha mai soddisfatto, per quanto non sia certo uno in grado di apprezzare la differenza tra un manubrio ed un altro.
Ora la fantic monta un Tommy che mi ricorda molto il Barozzi (senza il traversino) e per curvatura e piegatura lo trovo ben centrato sulle mie esigenze per posizione di guida, postura, posizione dei gomiti eccetera, almeno fino a una verifica su tratte più impegnative di quelle percorse fino ad ora con la zanzarina. Per un motivo o per un altro, continuo a trovarmi molto meglio con le pieghe cross, insomma, bend e sweep accentuati e non troppo alti. E so per certo che non monterò mai più dei riser, perchè tolgono tanta ma tanta sensibilità e reattività nei cambi di direzione.
Voi trascurate amenamente il fattore "tipo di manubrio" e andate sereni con quel che c'è tanto uno vale l'altro o avete anche voi qualche preferenza nata da un miglior confort in sella?

110
GasGas / MOVED: TXT Contact 250
« il: 15 Novembre 2016, 13:20:16 »
Questa discussione è stata spostata in GasGas.

http://motoalpinismo.it/smf/index.php?topic=14519.0

111
Filmati e foto / Meno male che nun c'ho na lira.
« il: 12 Novembre 2016, 18:22:05 »
https://www.leboncoin.fr/vi/1048295900.htm

Il prezzo cominicato è di 4000 €

112
Moto GP/SBK ecc. / La lettera di Lorenzo
« il: 12 Novembre 2016, 11:22:21 »
Quella ufficialmente scritta a yamaha prima dell'ultima gara col team di Iwata l'avete letta praticamente tutti, è un atto dovuto e corretto che normalmente (ma non sempre9 viene fatto.
Ma quella che avrebbe davvero voluto scrivere, potrebbe somigliare a questa?

Cara Yamaha, sei un’ingrata. Sei davvero una grandissima ingrata.

La prima volta che sono salito su una MotoGP è stato nel 2007, e sul serbatoio c’era il Diapason. Sono passati tanti anni, tanti gran premi. Test, eventi stampa, interviste. Tutte quelle coppe vinte assieme e tutte le volte in cui sembrava che le nostre strade non dovessero separarsi mai. In sella alle moto che mi hai affidato ho rischiato la vita tante volte, mi sono fatto male nel corpo e nell’anima. Ad un certo punto ho anche avuto paura di morirci, su quella splendida fiera che pretendeva del “lei” mentre io mi ostinavo a lanciarmi in eccessive e premature licenze.

Mi hai messo nel box con la leggenda vivente della MotoGP, un ragazzo di Tavullia terribilmente veloce e cattivo in sella. Nel nostro primo anno assieme mi sarebbe piaciuto avere qualche consiglio, e invece mi sono ritrovato un muro nel box. Era chiaro che la prima donna per te fosse la moto con il 46 sul cupolino, ed io ho ingoiato il rospo. Era giusto così, io dovevo farmi strada in quel mondo duro che è la classe regina. Ed ho subito avuto ambizioni da Re.

Ci ho messo un paio di anni per arrivare al top, e nel 2010 ce l’ho fatta. Ovviamente i denigratori hanno iniziato a dire che avevo vinto solo per l’infortunio di Valentino, che non era la stessa cosa. Bla bla e ancora bla. Ed io ho incassato, ho tenuto duro e sono andato avanti. Quando Vale ha deciso di andare in Ducati, io ero felice. Non perchè dall’altra parte del box se ne stava andando il più duro dei miei rivali, ma perchè sentivo che tu, la Yamaha, avevi scelto me. Dovevo essere l’erede, il predestinato a continuare una scia di successi. Ed io ho recitato la mia parte.

Ho vinto di nuovo nel 2012, e quando mi hai chiesto cosa pensavo del ritorno di Valentino in squadra ho accettato senza problemi. Ero campione del mondo in carica, forse avrei potuto anche storcere il naso. Invece ho accolto anche io Rossi in squadra, ho pensato a lavorare ancora meglio, a dare il massimo. Mi sono fatto male nel 2013, altrimenti forse avrei vinto di nuovo. E poi è stato il momento della stagione 2015. Sono diventato campione del mondo, ma tra di noi le cose non hanno più funzionato.

Da pilota, mi hanno insegnato che la cosa più importante è vincere. Per guadagnarsi il rispetto degli avversari, della propria squadra e l’affetto dei tifosi. Ma io ho passato un’esperienza diversa. Ho vinto, e mi sono sentito tradito. Forse ho sbagliato a dire la mia sulla storiaccia di Sepang, ma non mi era andata giù ed ho un carattere piuttosto focoso. Tutti parlavano, tutti accusavano. Volevo anche io dire la mia, sentivo che era la cosa giusta da fare.

Ma tu l’hai presa male, ti sei addirittura dissociata dalle mie parole. Che io sappia, i panni sporchi si lavano in famiglia, e non a mezzo comunicato stampa. Tra me e Valentino non c’era alcun avversario, il titolo era una questione privata in Yamaha. E tu hai palesemente scelto Valentino. Io ho pensato solo a dare del gas, ed ho vinto a Valencia. Hanno persino accusato Marquez di non avermi attaccato, dimenticandosi che avrebbe dovuto attaccare me, che non sono propriamente un “fermo” quando decido di stare a gas spalancato. Ed a Valencia il gas lo tenevo davvero a martello. Anzi, a “Martillo”.

Quando ho vinto, mi è sembrato di vedere facce scure nel box, quasi come se dispiacesse a qualcuno. Ma ero nel box Yamaha. Avevo vinto per e con una Yamaha. E mi sono sentito perso, confuso. Sentivo di aver fatto il mio lavoro, di averlo fatto alla grande. E voi nel box sembravate felici come il comitato elettorale di Hilary Clinton.

A quel punto ho capito, ho capito davvero tutto. Nel vostro cuore non c’era spazio per il 99 e per il 46. Ed io per sentirmi bene ho bisogno di questo. Ho bisogno di sentire che la gente attorno a me crede in me, che lavora per me e con me. Ho sentito che questo non sarebbe stato più possibile, ed ho deciso di andarmene. Mi ha chiamato Gigi, che già mi faceva la corte da un pò. Tante telefonate, tante parole e soprattutto la sensazione di aver trovato una nuova casa per il 99.

La mia moto sarà rossa, ed all’inizio sarà dura. Sono abituato ad entrare nel box e trovare una moto blue ad aspettarmi. Dovrò farci l’abitudine. Ho provato a chiedere ai ragazzi della squadra di venire con me, ma loro hanno preferito restare in Yamaha. Li capisco, so quanto si sta bene in Yamaha.

In questa stagione ho cercato di dare il massimo, e sono certo che mi hai sempre dato una moto perfetta. Ma non sono riuscito a sfruttarla sempre, non sono riuscito a difendere questo titolo di campione. Nonostante tutto, ho sempre cercato di vincere, di essere al top per l’ultima stagione con te. E tu mi hai tradito, mi hai decisamente tradito.

Mi hai concesso il test di Valencia e ti ho chiesto di poter provare a Jerez con la Ducati, assieme alla squadra. E tu me l’hai impedito. Poi ti sei tolta anche il sassolino dalla scarpa, intimandomi a non fare dichiarazioni sulla Ducati dopo il test di Valencia. Questo è stato il tuo ringraziamento per tre titoli mondiali vinti assieme? Questo è stato il tuo ringraziamento per aver portato tanti successi ad Iwata? Ho letto che Lin Jarvis ha dichiarato che la MotoGP è uno sport, ma anche un business. Lo capisco, lo so bene. Non corro certo gratis, ma non corro solo per soldi.

Poi ho capito, ho capito che la verità è molto più sottile. Forse hai paura? Hai paura di me su quella moto rossa, hai paura di quello che potremo fare assieme. Ed hai subito iniziato a farci la guerra, a crearci problemi per rallentarci. Forse la tua non è mancanza di rispetto. Può darsi che il tuo atteggiamento sia la miglior forma di rispetto per chi sta per diventare un tuo avversario. La verità dove sta allora? Sei un’ingrata oppure hai semplicemente paura di me e della Ducati?

Io mi sono fatto un’idea. Secondo me se un’ingrata spaventata. E fai bene ad aver paura, perchè da martedì farò di tutto per batterti. E sai bene di cosa sono capace quando salgo in moto.

Sarò il vostro incubo peggiore, potete scommetterci.

Senza affetto, Jorge Lorenzo.

fonte: http://motori.sportreview.it/lettera-lorenzo-yamaha-quella-vera/  Marco Caregnato

113
Drive in / Ma porca di una miseria!
« il: 11 Novembre 2016, 20:46:14 »
Con sta storia dei biglietti online e dei codici QR ho fatto un casino.
Velevo vedere delle moto e un po' di gnocca, e invece sono finito in mezzo a padiglioni che puzzavano di tavernello





Era EICMA, mannaggia, non EIMA!  sm470

114
Stradali / Particolari
« il: 09 Novembre 2016, 11:53:27 »
Per la serie "Honda é Honda":

Sul prodotto di punta CBR 1000 RR SP ABS. 18500 euro.



Tubo freno in gomma, quanto avranno risparmiato, 3 euro? 5?

115
Filmati e foto / Comunicato stampa urgente da KTM
« il: 09 Novembre 2016, 08:47:11 »

116
Filmati e foto / Il marsupio del campione
« il: 08 Novembre 2016, 19:07:38 »
segnalazione di Fabrizio Azzalin:



contenuto del marsupio di Phillips sabato, che si stà giocando un mondiale:
- un manico di cacciavite SENZA cacciavite
- licenza marcia, altre cartaccie marcie, una tabella , credo, di una gara in Tasmania.
- crema tipo FISSAN per culo infiammato, però completamente vuota.
- 2 leve freno-frizione, però senza ferri non sò a cavolo servono......
- 1 pezzo di freno anteriore a "caso"
- il TOP: 2 caramelle gommose in putrefazione, a forma di coccodrillino e macchinina.

Morale: se bruciava una candela, eravamo fottuti. Si è fatto una grassa risata e via.....


Phillips dev'essere gestibile con dificoltà anche da un esperto come Azzalin. Solo stamattina ne parlava così:
https://www.facebook.com/SoloEnduro.it/videos/1212661802110442/   :arar:

117
Stradali / E mo chi lo sente
« il: 08 Novembre 2016, 14:13:35 »
 :omo:


118
Motore / Mi piscia il Keihin
« il: 06 Novembre 2016, 11:21:14 »
Quando spengo la moto, se non chiudo subito il rubinetto della benzina dopo un po' il carburatore mi perde una pisciatina di miscela.
Spillo alto o galleggiante da sistemare? O magari entrambi? Non ho ancora aperto il carburatore, quindi non so il posizionamento dello spillo, e tanto meno quale sia e che getto ci sia montato.

119
Motore / Carter GG EC
« il: 29 Ottobre 2016, 17:44:55 »
Popolo, ma per eliminare il motorino di avviamento bisogna per forza sostituire il carter?

120
Filmati e foto / CR-F in vendita
« il: 28 Ottobre 2016, 10:33:35 »
E' di una ragazza che ci ha fatto solo escursionismo leggero. Ma andrebbe un po' rivisto nelle grafiche.