Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - alex

1756
Racconti & aneddoti / SE
« il: 10 Settembre 2011, 20:06:26 »
Se siete cresciuti con il cibo fatto in casa.
Se avete guidato una moto senza casco.
Se avete giocato per strada.
Se la vostra casa non era a prova di bambino,vi punivano se vi comportavate male e non siete stati da uno psicologo;
se avete avuto una TV con due canali e per vederla dovevate spostare l'antenna,
se i negozi erano tutti chiusi la domenica e se avete bevuto l' acqua del rubinetto.
postate il vostro "io c'ero!" e dimostrate che siete sopravvissuti...  :hee20hee20hee:

1757
Drive in / La battuta del giorno
« il: 10 Settembre 2011, 10:39:50 »
http://www.patente.it/normativa/articolo-182-cds

Apro ufficialmente la caccia. Non al manovellatore, ma al primo di voi che ha visto uno che sia uno di questi articoli fatti rispettare da qualsivoglia forza dell'ordine  sm409

Se ci mettessero lo stesso zelo che adoperano per scassare le @@ alle moto, non ci sarebbe più in giro neppure un triciclo.

Azz, però mi toccherebbe modificare il sondaggio...  sm404   :hee20hee20hee:

1758
Motore / K 300: guarnizione carter lato pompa raffreddamento
« il: 09 Settembre 2011, 13:57:59 »
K 300 2011. una cinquantina di ore di utilizzo impestato.
ultima uscita e all'improvviso il motore rimane accelerato, poi va scaburato. Poi si accorge della perdita di liquido, tampona con uno stucco bicomponente e torna a casa.
La guarnizione verde, quella tipo carta per intenderci, non tiene più o ha deformato (improbabile) l carter?





Per cambiare la guarnizione basta limitarsi a comprare quella o serve qualcos'altro? Non so, mica dovrà tirar giù la frizione...  con gli EXC non si sa mai sm414

1760
Accessori e attrezzature / Sei hai un Tom Tom hai anche...
« il: 06 Settembre 2011, 15:33:50 »
... un Tripmaster.  :o
Lo sapevi?  sm412

Qualche giorno fa ho deciso di aggiornare il mio TomTom acquistato nel 2008.  :-[

Mi sono messo quindi alla ricerca di un modo per aggiornare il software e le mappe... e fin qui niente di nuovo... solo che spulciando in rete ho scoperto un mondo a me sconosciuto.

In sostanza il TomTom gira su kernel linux e quindi chiunque puoi sviluppare una propria applicazione. Tra le varie applicazioni sviluppate da utenti, vi segnalo le due che ritengo utilissime:

Tripmaster
http://www.webazar.org/tomtom/tripmaster.php?lang=uk

In sostanza trasforma il vostro TomTom in una sorta di contakm evoluto (tripmaster appunto!) che vi consente di memorizzare il percorso fatto attraverso dei waypoints. I waypoints sono registrati in automatico dopo tot secondi o dopo tot metri fatti. Io ad esempio ho fatto una prova con i valori 2sec e 200m, ma sono modificabili a piacimento.




Ma non finisce qui.

Offroad Navigator
http://www.webazar.org/tomtom/offroad.php?lang=uk

Legge i tragitti memorizzati con il tripmaster e mi indica direzione e distanza del successivo waypoint.

Se poi non bastasse esiste un software molto più completo che potete consultare a questo indirizzo:
http://jrepetto.free.fr/ttmaps/en/index.html


Per le mie esigenze, i primi due sono più che sufficienti. Se eravate intenzionati ad acquistare un navigatore cartografico... beh, adesso avete una alternativa!

I dati memorizzati possono poi essere facilmente convertiti e visualizzati su Google Maps tramite questo servizio online:
http://www.gpsvisualizer.com/

Vi basta?    :57:

Mi pare doevroso dire che non ho ancora avuto possibilità di installare nel TT il softeware di webazar. Quindi considerazioni a venire...

1762
Notizie e curiosità / 2+2+2
« il: 05 Settembre 2011, 14:00:47 »
fa 5!  :93:




Bravo Tonino!  smbrv

1763
Report su uscite nel nord Italia / La mia estate 2011
« il: 04 Settembre 2011, 22:43:13 »
Giardo e riguardo le foto del kappa e non mi dò pace, percorsi di ampio respiro, dove i cavalli corrono in scioltezza, Un fondo che garantisce buon grip e offre vie di fuga. Insomma sono roso da una invidia marcia.  :hee20hee20hee:
Se posto i percorsi fatti in questo periodo di ferie, si nota la differenza:

Se qui andiamo bene, per quanto il tracciato non permetta rotazioni del polso




Qui le cose si complicano leggermente, perchè abbiamo lo standard di queste parti, ossia pietra piantata e/o mossa, per cui attenzione massima sempre e controllo continuo dell'erogazione.





Poi random aggiungo qualche scatto, già noto ai facebookkinari,  sm444 di qualche giretto fatto con la Culona








1764
Drive in / che cos'è?
« il: 26 Agosto 2011, 19:31:36 »

1765
Drive in / Sbirciando nei nostri garage
« il: 26 Agosto 2011, 18:52:16 »
vediamo un po' cosa hanno in garage i motoalpinisti. dato che il termine si offre a svariate interpretazioni (quasi quanti siamo noi stessi) mi pare interessante vedere con che mezzo sfoghiamo la nostra passione.
Potete inserire fino a 5 risposte, visto che alcuni hanno garage ben forniti..... e ricordatevi (almeno chi non le ha ancora messe in firma) di specificare che moto avete con una risposta a questo thread.

1767
Aprilia / Cambio elettronico per le XV
« il: 12 Agosto 2011, 13:13:22 »
 sm412  bel giocattolo...   :93:

http://www.youtube.com/watch?v=Nk-nZ2a-4dA

1768
Notizie e curiosità / da oggi 8 agosto e fino al 13... ISDE!!
« il: 08 Agosto 2011, 16:39:17 »
E dopo la 8a Speciale, Alex   :93: Salvini è 8° assoluto.
La classifica del primo giorno vede in testa Remes, seguito da Salminen e dall'americano Caselli.
Chiude al 40° assoluto il Philippaerts "piccolo", ossia Deny.

Qui il sito ufficiale:
http://www.isde2011.com/

1769
Racconti & aneddoti / Mattinata in officina
« il: 04 Agosto 2011, 15:48:04 »
Tagliando alla carotona. Non amando la rete di concessionari ufficiali, ho trovato quella che oramai è una specie in via di estinzione: l’officina multimarca, altresì detta “generica”. Ed è stata una bella sorpresa.
Appuntamento senza problemi, ricezione rapida e informale. Subito sul tavolo operatorio.
E cosa ormai impensabile, mi lasciano girellare attorno alla moto. Il che mi permette di scambiare battute col meccanico, e scopro che è stato crossista, ma con qualche anno meno di me. In pratica, era cadetto ai tempi dello junior. Tuttora partecipa al campionato motocross d’epoca con un Maico 250 dell’81.
Ha lavorato in reparto corse Aprilia e seguiva personalmente la moto di Passeri. Ha poi girato tutti i migliori preparatori storici della provincia, ed ora eccolo qui in proprio, con idee chiare: solo manutenzione, niente preparazione, possibilmente evitare le cose rognose. E se possibile su giapponesi, poi dirò perché. Non è un discorso da poca voglia, è necessità di budget. I lavori che comportano tanta manodopera sono a perdere, specialmente con le moto europee, dove il progetto ingegneristico è stato portato a termine senza vedere nemmeno un meccanico, dove le prototipazione avviene in aree chiuse, e si fa quel che dicono i progettisti. E vien fuori un gran casino, vedi Aprilia, Ducati di adesso, moto che in catena assemblano rendendosi conto che certe soluzioni saranno un bagno di sangue, e tacciono.
Bene, chiusa parentesi. E’ interessante sentire cosa ne pensano i meccanici “di quelli di una certa età, non quelli col camice e il tester in mano che sfornano a basso costo e bassa capacità le reti di assistenza.
Domanda 1: ma fate anche preparazione di forcelle da enduro?
Risposta 1: si, se vuoi te le facciamo, ma sappi che son soldi buttati dietro a una moda. Cambi tutto e scorrono non per magia, ma per i materiali nuovi. Dopo 2 settimane, un po’ di polvere e un po’ di fango, e son come prima. Il mercato se lo son fatto 2 nomi, i soliti. Danno le sospensioni ai piloti, gratis, e poi a te le fanno pagare care perché hai recepito che una forca non può andare se non ha un certo trattamento, un certo tipo di boccole e di molle. Fesserie. Che costano un botto e che non possono dare riscontri avvisabili a un pilotino della domenica. Che sia asfalto, pista o sterrato. Uguale.
Domanda 2: ma allora posso portarti anche la RXV?
Risposta 2: se vuoi, ma per le cose banali, per le robe difficili devi andare da Xxxxx Xxxxxxx che ha lavorato allo sviluppo della serie in reparto sperimentale. Cosa vuoi, il progetto XV è nato per attingere a dei fondi europei da parte di Piaggio, si son chiusi in un capannone blindato ed hanno sfornato una serie, un po’ fatta correre e un po’ mandata in rete commerciale, da esibire a riprova del diritto a non restituire i soldi ricevuti. Le caratteristiche del progetto servono a soddisfare i parametri dati dal fondo comunitario cui si è attinto, particolarità, innovazione, tecnologia. Presto detto perché una cosa magicamente particolare, che rapportata a un WR Yamaha ha la stessa distanza che c’è tra un carro a buoi e uno Space Shuttle, è stata messa su in fretta, messa in commercio senza nemmeno conoscere gli errori, e poi si è lasciata cadere. Piaggio ha comprato i debiti dell’Aprilia, ne ha tratto beneficio a livello di consolidato, e ora la lascia morire. (minkia, tutto a rigor di logica, ma studiano di nascosto economia aziendale, i meccanici di cinquant’anni?)
Domanda 3: ma enduro niente, non ti interessa?
Risposta 3: mi piacerebbe, ma innanzitutto io vengo dal cross, sono abituato ad andare a cannone. Se faccio lo stesso su una linea, che vedo per la prima volta, mi faccio molto male. Nell’enduro bisogna correre all’80%, lasciare sempre un margine ampio. A meno di essere quei 15, 20 al mondo che possono permettersi di dare il 100%. (ndr: Fischia….mi ha dato da pensare…) Poi io vado al campo con la dona, lei è una appassionata da sempre, ma regge i 20 minuti, anche i secondi 20. Poi si va via assieme. Una giornata intera sulla seggiolina non la sopporterebbe. (ndr: anche nel piccolo di ognuno di noi, le problematiche son sempre le stesse…)
Poi si è parlato di oli, di come son tutte menate, che un olio vale l’altro, di come i concessionari siano costretti a mentire mentre un indipendente “sa parlar male” di qualsiasi modello su cui abbia messo le mani, tanto non è di quel modello che vive.
Insomma una bella mattinata. Piacevole e dievrsa dal mondo asettico cui cercavano di abituarmi i concessionari di adesso.
Un mondo dove giri per gli scaffali dei ricambi e i ricordi partono a nastro, perfino orecchie e naso ricordano tintinnii e odori. Dove, come quando eri ragazzo, puoi vedere le mani che si muovono sulla tua moto, e imparare come si muovono e perchè.
Bello.


1770
Drive in / Cosa ascoltano i motoalpinisti?
« il: 03 Agosto 2011, 20:34:36 »
Io vado ad umore, a giornata insomma, ma posso cambiare genere radicalmente nel giro di pochi minuti. Volubile....  sm471

Adesso sto ascoltando un classico dei classici

http://www.youtube.com/watch?v=d8EHQBwF7oY&feature=related