Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - alex

1832
Report su uscite nel nord Italia / Aria di primavera
« il: 20 Marzo 2011, 17:05:47 »
oggi son partito col proposito di fare "quellochevainmotoafarelefoto"  :93: E' contrario alla mia natura, ma così anche chi non conosce i luoghi può farsi una idea di come sia il mio habitat  :hee20hee20hee:

Parto munito unicamente di un BlackBerry e sicuramente non mi accompagna il "dono" che ha ricevuto lo ZioGhilli in campo fotografico, però spero che apprezzerete la mia buona volontà  ;)

Difatti, il primo scatto è bucolico e stilla serena semplicità, sia di percorso sia di paesaggio: comodamente a spasso tra le vigne del prosecco



Il problema è che non sono stato l'unico ad avere il sentore della primavera. Sicuraente i primi sono stati i moscerini  sm91 ma anche il resto della popolazione pare essersi radunata da queste parti  smban

OK, allora, visto che non posso spegnere il motore ogni 30 secondi, meglio cambiare programma ed emigrare su tratte meno battute.

Però mi han detto sul MF (Magnifico Forum) che per attaccare un percorso come questo è obbligatoria la moto da trial, e per giunta a 2T e taroccata come quella di Adam raga. Io con una povera Aprilia sedicente da enduro come farò?  sm17



Bah, io vado.... Azz, bevuta senza fare una piega...  sm414 mi sa che dobbiamo fare quattro chiacchiere, lì nel MF....  sm450
Poi che proprio oltre il bordodella foto, dove termina la rampa coi sassi, io sia stato fiondato in mezzo ai cespugli mica ve lo vengo a raccontare!  :sign0151:

Uffa però, è solo un circuito ad anello per i trekker nati stanchi, dopo neanche 2 km sono di nuovo al punto di partenza  sm409

Vabbé ne approfitto per farvi una foto ricordo: se vi sforzate, oltre i rami, con un pizzico di immaginazione, riuscite a vedere la Valle del Piave con il Montello sullo sfondo.



Adesso andiamo di qua, oltretutto pare decisamente più alla mia portata



Sticazzi, come non detto....  :c002:



Ma va bene dai, dopotutto l'ho voluta la moto da enduro? E allora via andare!!  sm417

Però foto non ne ho più fatte  :73:
Ma mi sono divertito un casino!  smche

1833
Notizie e curiosità / La TV dei motociclisti
« il: 16 Marzo 2011, 21:04:07 »
http://www.lamoto.tv/
appena nata (ieri), adesso vediamo come sviluppa  sm412

In ogni caso benvenuta, lamoto.tv !  smbrv

1834
Accessori e attrezzature / Voi ce lo mettereste....
« il: 15 Marzo 2011, 22:35:17 »
un marsupietto sul codino? Giusto per tenerci il K-Way e uno straccio con un paio di chiavi e un cacciavite...



Premetto che son d'accordo che fa schifo...

1835
Drive in / Potenza o Trazione?
« il: 15 Marzo 2011, 10:22:43 »
Motoalpinismo. Nel concetto stesso sta una costante: salire. Indipendentemente da cosa abbiamo in mano, per andare su ci vuole forza e la forza la danno i cavalli, c'è poco da dire. Ma conta di più "quanti sono" o il come, i cavalli che abbiamo, vengono messi a disposizione quando, appunto, dobbiamo "salire"?
Quindi basterebbero anche pochi ma ben distribuiti?
Al di là delle preferenze personali, anche per me che preferisco averne sempre di scorta, direi di si.
Il commercial Pirelli di un decennio fa recitava "la potenza non è nulla senza controllo". E secondo me non c'è nulla di più ovvio. 70 cavalli su un rampone umido ti portano solo ad un effetto, se non sei un manico da mondiale: rampata e piantata galattica.
Vero è anche il contrario. Anche se ben distribuiti, 12 BHP con un cristo di omone sopra vanno poco lontano. O anche lontanissimo, a patto che la pendenza non rimanga a lungo su percentuali ostiche.
Per cui la discriminante da preferire è la trazione? Secondo me si.
Qui entrano in ballo le preferenze. Pochi kilowatt assistiti da trasmissione e coppia oppure tanti da addomesticare col polso e l'esperienza?
Personalmente, per quanto conscio che il mio limite mi porterà ad abbandonare molte possibilità, la strada da scegliere è la seconda. A una moto che assicura la trazione quasi sempre preferirò sempre quella che mi costringe a fare lavoro di squadra per guadagnarcela, sta benedetta trazione. A capire come utilizzarla per arrivare da A a B.
Qualcosa in più che selezionare la marcia giusta e dare il gasssss e hop-là.
La veritàè che a me la ricerca della trazione intriga da matti. E' il vero piacere della uscita in moto, e prescinde dalle condizioni meteo e dal fondo da percorrere. E' la variabile indipendente che impegna, fa sudare e ti spacca il fiato e i polsi, ciuccia energie e ti fa sentire vivo. Anche se ormai ce la faccio per un quarto d'ora alla volta  sm444

1836
Drive in / Ufffff... che Forum di kakka :D
« il: 14 Marzo 2011, 14:29:56 »
Ma si dai, guardiamoci in modo obiettivo:
- ci si vuol bene anche se in alcuni casi non ci si è mai visti.
- ci si prende in giro e invece di incaxxarci ci divertiamo
- ci sono un sacco di buone notizie di carattere tecnico, e le sbavature sono da imprecisioni, oppure da empirismi come nel mio caso, e chi viene dopo corregge e l'informazione diventa preziosa per tutti.
- la maggior parte di noi va "fuori" quasi settimanalmente, e molto spesso insieme ad altri membri del Forum
- ci sono simpatie, preferenze, parteggiamenti, ma non vedo preclusioni sia verso le moto che verso il modo di sfogare la passione sm409
- non riusciamo ad innescare un flame che sia uno
- se pensiamo una cosa, quella diciamo e di conseguenza ci comportiamo  sm416
- dobbiamo sorbirci foto di tutti i tipi e spesso col bavaglino data la bellezza dei posti, la particolarità dei percorsi e la qualità delle immagini
- condividiamo impressioni, perplessità, perfino lo spam e nessuno che ci bacchetti  sm425

Insomma lasciatemelo dire: non siamo nemmeno degni di chiamarci Forum.  sm404
ma che è sta roba, nessuno che offende, mancano quelli che saltano in cattedra, i predicatori latitano e tocca perfino andare a cercarsi altrove le putt*nate galattiche sulle questioni tecniche per farsi due risate.  :sign0085:
Ragazzi, è meglio che ci diamo una bella regolata.
Ossia: avanti così!  sm419 E grazie di esistere.

1837
Drive in / Moto e colori
« il: 14 Marzo 2011, 10:51:58 »
Primo sabato con temperatura decente, anche se a metà ha colto impreparati i più con nuvole e pioggia. E strade di nuovo vive per il rombo del bi/tri e per il rumore da frullatore dei 4 cilindri.
Ammazza però, se i giesse sono quasi rigorosamente in triple black, quanto bianco c'è in giro?  :-\
Bianche le naked, le Tourer, le ormai rare Supersport... perfino le endurone!
La mia prima moto era verde inglese metallizzato, la seconda e la terza blu elettrico, la quarta di nuovo verde e la quinta aragosta, le altre un arcobaleno casuale così come venivano proposte dalla fabbrica, fino alla stabilizzazione, ossia fino al fatto che, secondo me, la moto è bella quando ha tanto nero possibilmente opaco, magari con un tocco di rosso, che fa racing vecchia maniera in generale, e se è una Ducati costituisce un doveroso tributo al blasone.

Oggi invece si assiste impotenti all'improbabile, il bianco imperante è interrotto da urendi caffellatte, gialli sbiaditi, perlati che a guardarli a lungo danno nausea con le loro cangianze.
E soprattutto un mare di plastica!  sm415 Grigia, argentea, nera goffrata. Ma dove sono quelle belle moto che da lontano venivano riconosciute dal rumore e dalla tonalità del rosso, o del blu, per l'oro dei loghi che ne ingentiliva le forme?
Le enduro si riconoscevano dal colore. Un marchio, un colore. Punto. Arancione= KTM, verde= Kawasaki, blu= Yamaha, giallo= Suzuki, Rosso= Honda e così via... Adesso sotto le grafiche il solito bianco come se altrimenti non le volesse nessuno. E via a sguerciarsi per captare il loghino, celato da ghirigori stilistici indecenti.

Prostituzione.

1838
Officina / Corrosione galvanica
« il: 11 Marzo 2011, 11:30:45 »
In qualche modo si può dire che fuoristradisticamente parlando provengo dal mondo Land Rover, mondo in cui il Defender è fatto interamente in alluminio, con montanti e telaio in acciaio. E' noto a tutti (o a molti) che quando accoppiamo questi due metalli la coppia galvanica Ferro-Alluminio protegge l'alluminio accelerando l'ossidazione del ferro, dal momento che c'è un differenziale nel potenziale "redox".
Il fatto è che il telaio dell'Aprilia è fatto proprio di tubi in acciaio innestati nell'alluminio.  sm414
Oltretutto si tratta di alluminio anodizzato, mentre la protezione adatta a tale scopo sarebbe quella galvanica, che è il principio opposto.  smban
Per chi comprende il problema, s tratterebbe di mettere un catodo + resistente a contatto con il metallo con minor potenziale redox e imponendogli un potenziale positivo che blocchi la reazione di ossidoriduzione. Lo fanno sui ponti ferroviarii, sui binari, sulle strutture armate di grandi opere... Bisognerebbe "solo" mettere il telaio a massa...una cosa da niente  sm413

Poi mi viene in mente che oltretutto (ma dico un gran "forse", basandomi su cognizioni assunte 30 anni fa in modo non esaustivo) l'innesto del tubolare in acciaio nella fusione in alluminio dovrebbe andare a costituire quello che viene definito "anodo sacrificale", ossia detta alla membro di segugio "un elemento elettrochimicamente più basso in termini di potenziale redox, come detto prima, che in presenza di conduttore potrebbe accelerare il processo di ossidazione e poi -alla lunga- di corrosione.
tale conduttore può ben essere costituito da acqua o terra  :-\ per cui per allungare i tempi del processo "distruttivo" bisognerebbe sciacquare ed asciugare quanto prima possibile le parti di telaio vincolate per interferenza.

Prima che i soliti allegroni inizino la sarabanda di cazzeggi  :098: aggiungo anche che se sulla RXV l'effetto è macroscopico, tuttavia la stessa condizione ricorre anche su qualsiasi altra moto,  dal momento che qualsiasi accoppiamento ferro/alluminio (bulloneria, placche, perni, attacchi e quant'altro) che non sia stato concepito con elementi in bagno galvanico è soggetto alle stesse leggi. la fisica è l'unica legge che si applica in modo veramente totale e indifferenziato  sm444

1839
Drive in / facciamo outing: il grande errore della nostra vita
« il: 09 Marzo 2011, 22:26:25 »
Motociclisticamente parlando, ovviamente  ;)

Per quanto mi riguarda è questo qui, l'XTZ750 dell'89:



Sicuramente abbastanza maneggevole e bello pastoso di motore, in più, cosa che non guasta, morosa riconoscente per la seduta.
Ma anche posizione di guida impossibile, senza freni, con una frizione granitica, sospensioni inesistenti e soprattutto la necessità di assumere tecnica specifica anche per fare uno sterrato, sempre che non lo si volesse fare in seconda a 1000 giri  smban


1840
Drive in / Chi è secondo voi...
« il: 03 Marzo 2011, 21:54:35 »
Il miglior pilota di tutti i tempi nel

A - Motocross
B - Enduro
C - Regolarità
D - Trial


Mi è sembrato opportuno scindere Enduro da regolarità perchè secondo me si tratta di due cose diverse.
Anzi, dal concetto di enduro scinderei anche i funamboli dell'estremo, ma io sono un talebano nostalgico... sm409

Ma via, stilate la vostra personalissima classifica per A, B, C e D  sm413

1841
Comunicazioni / Se qualche emiliano non sa che fare domani sera
« il: 03 Marzo 2011, 17:56:51 »
http://www.ducati.it/news/ducati_motogp_night/index.do



 :73: mia figlia ci va  :'( Io no.  sm404

1842
Aprilia / pimp my RXV
« il: 03 Marzo 2011, 16:01:52 »
Si inizia a vedere qualche idea per la personalizzazione della RXV.

Iniziamo dalle cose facili: adozione dei convogliatori MXV 2010, più piccoli e filanti e in colorazione base rosso Aprilia. Certo che però l'imbocco dei cornetti dell'airbox rimane del tutto scoperta...


1843
...come vi pare quel che viene detto qui?

http://www.youtube.com/watch?v=yxB0mbL_vOw

1844
Aprilia / Abbassare la RXV
« il: 03 Marzo 2011, 15:09:10 »
Concepito per la Merriman replica, Aprilia dispone di un kit di boccole eccentriche per il leveraggio posteriore che consente di modificare l'altezza della sella di un paio di centimetri.

Si tratterebbe semplicemente di acquistare una boccoletta in alluminio con foro eccentrico B e sostituirla a quella con foro centrato A in dotazione di base.
Naturalmente, posizionando la boccola eccentrica a rovescio si ottiene, per chi ha le zampe lunghe, l'effetto contrario.


1845


Per quello forse amo l'Enduro. E' come la vita.