Autore Topic: Angeli & Diavoli  (Letto 2282 volte)

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Angeli & Diavoli
« il: 26 Marzo 2013, 14:33:44 »
Si dice che ogni volta che saliamo in sella ad i nostri destrieri insieme a noi salgano pure Angeli e Diavoli...

è vero...

Rappresentano quel dualismo che rende questo modo di vivere così denso di emozioni che a volte il cuore pare voler saltar via dal petto e mettersi a correre...ad urlare...

Diavoli che girano quel polso in maniera a volte così irrazionale e violenta che lo schizzo di adrenalina ti arriva dritto al cervello senza passare dal via, lasciandoti i tremori per lunghissimi, interminabili minuti...  che ti spingono a piegare quel tanto che basta da far diventare bianche le mani e diventare tutt'uno con la nostra passione... la nostra vita...

tanto da pensare di averlo sfiorato quel limite, di aver scosso quel mantello con il nostro passaggio radente...

E Angeli che portano il volto e la voce di chi non è più con noi... dei nostri affetti... delle nostre paure ed esperienze costruite sulle nostre ossa rotte...

Angeli che ti accarezzano quel polso che torna a colorarsi e lascia andare la manetta quel tanto che basta per godere, senza infastidire quel mantello che fino ad un secondo fa avremmo strappato urlando per lo spostamento d'aria, per vedere se è veramente così bella e sinuosa questa mitologica creatura perennemente celata dall'ombra della paura...

Poi ci trovate i week-end in qualche strada di campagna sperduta tra i monti... seduti su un muretto con la sigaretta che si consuma lenta all'angolo delle labbra...

con lo sguardo perso all'orizzonte e una mano che inconsciamente segue le sinuose linee del serbatoio o dell'affilato cupolino... colorati come farfalle...

bardati come antichi Cavalieri...da soli o in sfavillanti sfilate di scintille e di riflessi, con il saluto sempre pronto anche se chi incroci non lo hai mai visto e mai più lo rivedrai...

..Ma in moto si muore... è vero...

Capita, ma quanta Vita è capace di regalarci questa passione?

Questi ragazzi meravigliosi da abbracciare e baciare come figli propri

Immersi in quelle tute di pelle, con i loro tatuaggi, con i loro caschi dai coloro sgargianti, tutti veri DURI!

Gente che su strada non abbassa mai lo sguardo

Ma provate ad alzare loro quelle visiere scure da marziani e troverete occhi splendidi, puliti, gonfi di quelle lacrime vere in cui puoi annegare ed arrivare fino in fondo alla loro anima per vedere com'è candida.

Occhi che solo la gioventù più sana può avere. Provate poi a togliergli quelle tute e troverete al loro interno dei bambinoni innamorati della vita, delle scorribande, dei weekend a bistecche e salsicce, ma ancora tanto bisognosi un padre o di una madre che li prenda per mano quando la sorte inizia a giocare così duro...

Parlate con ognuno di noi... e chiedetegli cosa sarebbe di lui se un giorno dovesse rinunciare a questa passione... e preparatevi a sentire l'urlo del silenzio... e a vedere quello sguardo di bimbo diventare lo sguardo di un marinaio costretto a vivere a terra con il mare in vista...

di un pilota che guarda il cielo ancorato a terra...

Già... in moto si muore... ma ora credete di poterci capire?

Io non credo... non ancora...

Chiedete allora di portarvi ad un raduno, ad una scampagnata...bagnatevi di pioggia scrosciante che Vi penetra fino alla biancheria intima... che vi entra nelle ossa... lasciate che il freddo vi punga fino a farvi lacrimare... lasciate che il sole tenti di liquefarvi mentre indossate l'immancabile giacca tecnica...

O semplicemente provate a chiedergli di fermarsi così, senza nessun motivo apparente per strada accostandovi al ciglio per stupirvi di quanti (automobilisti) non vi degneranno di uno sguardo e quanti (motociclisti) si fermeranno per offrirvi aiuto, compagnia, un semplice passaggio al più vicino distributore anche se esso si trovi a svariati km o un posto nel proprio box per la moto e un pasto caldo per voi mentre aspettate i soccorsi...

...Fatelo e allora, solo allora arriverete a sfiorare l'essenza di essere Motociclista

In moto si muore, è vero... ma non esiste modo migliore per vivere il tempo che ci è concesso... e se ancora non lo avete capito be'... lasciate perdere, non lo capirete mai.

Ma se un domani, mentre andrete al mare con la vostra famiglia automobilisticamente corretta, dovesse sopraggiungere uno di Noi e vedeste vostro figlio girarsi di scatto a salutare sbracciando come un pazzo rinunciate a capire anche lui... lui che nella sua candida incoscienza vede in Noi quella scintilla che voi non siete stati capaci di scorgere... e se vedrete il Motociclista ricambiare il saluto... be'... non c'è nulla di strano sapete?

Tra Angeli in terra ci si saluta sempre... ma questo, Chi ha perso le ali, non lo ricorda...
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #1 il: 26 Marzo 2013, 15:13:11 »
Si dice che ogni volta che saliamo in sella ad i nostri destrieri insieme a noi salgano pure Angeli e Diavoli...


guarda, che mi girino pure intorno tutti gli angeli e i diavoli del creato, basta che nn mi salgano sulla moto che me la appesantiscono ....  sm409

sgnaus

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #2 il: 26 Marzo 2013, 15:15:59 »
@ lazzaro:
azz... immaginavo una tua risposta di questo genere  :mm:

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #3 il: 26 Marzo 2013, 15:20:47 »
al me paès se dis : te sarèt anca bèla ma sta sù de dòs (sarai anche bella ma nn starmi addosso .... )

Fiver

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #4 il: 26 Marzo 2013, 15:24:04 »

sgnaus

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #5 il: 26 Marzo 2013, 15:39:23 »

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #6 il: 26 Marzo 2013, 17:05:17 »
si, è una storia che ha i suoi anni. Ma oggi mi andava di postarla, magari qualcuno la legge e gli torna utile, siamo in tanti...
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline menca

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3001
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #7 il: 26 Marzo 2013, 20:53:24 »

Mi sa che sabato scorso avevo un angelo nello zaino! sm403


Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30011
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #8 il: 26 Marzo 2013, 21:34:27 »
La cosa si puo' riassumere nel titolo del libro di Mario Donnini:



dove l'espressione "muori davvero" vuole dire NON partecipare al Tourist Trophy, per molto piloti che accettano di affrontare i rischi tremendi che impone quella gara unica nel suo genere, la vita VERA e' nei momenti della corsa, nello sfiorare i muretti e i marciapiedi, nel saltare il ponte di Ballough Bridge a piu' di 200 orari:



senza quelle emozioni che vita sarebbe la loro, sarebbe quella di un vegetale, e la cosa vale per tutti i motociclisti di questa terra....

Ktm Super Duke 1290 R

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #9 il: 27 Marzo 2013, 09:14:31 »

Mi sa che sabato scorso avevo un angelo nello zaino! sm403



mi dici dove sta il filamto? e sopratutto dov'eri e con chi?

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #10 il: 27 Marzo 2013, 09:29:31 »
chiediglielo in privato, fatti rispondere in privato.
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Visitatore
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #11 il: 27 Marzo 2013, 09:34:14 »
La cosa si puo' riassumere nel titolo del libro di Mario Donnini:
dove l'espressione "muori davvero" vuole dire NON partecipare al Tourist Trophy, per molto piloti che accettano di affrontare i rischi tremendi che impone quella gara unica nel suo genere, la vita VERA e' nei momenti della corsa, nello sfiorare i muretti e i marciapiedi, nel saltare il ponte di Ballough Bridge a piu' di 200 orari:
senza quelle emozioni che vita sarebbe la loro, sarebbe quella di un vegetale, e la cosa vale per tutti i motociclisti di questa terra....
no guarda sergio, per me non vale. per me la moto è passione al pari di quanto sia per altri un pallone, un paio di sci, una mazza da golf o una stecca da bigliardo. ho avuto modo nella mia vita di apprezzare il "vero gusto della vita" e, senza pretendere di indicare la strada giusta a nessuno, ritengo che le cose per cui valga la pena mettere in gioco la propria esistenza siano altre e secondo me, ben più alte di una semplice motocicletta. i valori della vita non riesco a farli dipendere dalla moto, verso la quale nutro un grande amore intimo, personale, per nessun motivo estendibile e spalmabile sugli altri. oltretutto, io vivo la moto in modo turistico, mi piace godere gli istanti e non m'interessano i rischi derivanti dall'affrontare un ostacolo, un altro o il cronometro. i miei rischi gli ho già corsi e la moto mi aiuta a dimenticarli, non è il contrario, quando salgo in moto il mio angelo è nel mio polso ed è collegato al mio cervello, non c'è nulla di sovrannaturale, solo una gran botta di coscienza, a me piace così. l'ho scritto già anche in un altro post che per me il TT (ma anche il free style e tutto quello che è dal mio punto di vista pericolosamente inutile) ha lo stesso valore del nuoto sinctronizzato in una vasca coi coccodrilli

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #12 il: 27 Marzo 2013, 09:38:18 »
A meno di essere un coccodrillo  :arar:

Verissimo. La passione, per esistere, non deve essere necessariamente estrema, esistono gradi diversi per ciascuno, ma io riesco ad avere la stessa passione anche adesso che trotterello e mi guardo i prati. Credo insomma che passione ed adrenalina convivano casualmente, ma non sono correlate dalla logica, dalla chimica nè da un rapporto di interdipendenza.  :OK:
« Ultima modifica: 27 Marzo 2013, 13:16:28 da alex »
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline Joker

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1059
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #13 il: 27 Marzo 2013, 13:15:53 »
 Credo che Valchisun intendesse dire che la moto e' una passione istintiva, una cosa viscerale come quella che porta i piloti del Tt a vendersi la casa o ad indebitarsi per potere correre quella gara che non perdona, lo stesso vale per il comune appassionato, molti vendono la moto per la famiglia o perche' arrivano i figli, ma in genere poi in moto ci ritornano, magari a distanza di anni  dall' ultima volta, un po' come i salmoni che risalgono i torrenti, visti da fuori, uno penserebbe : ma chi glielo fa' fare, si chiama istinto quello... sm419

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30011
    • Mostra profilo
Re: Angeli & Diavoli
« Risposta #14 il: 27 Marzo 2013, 20:35:46 »
E quello che volevo dire, non e' una questione di andare in moto per rischiare di ammazzarsi, perche' anche quelli che corrono al Tourist Trophy, non vanno certo per il piacere di sfracellarsi contro un muro di una villetta o dentro un palo della luce, ma lo fanno perche' girare in circuito per loro non e' una cosa naturale, per loro una pista e' soltanto il volere ricreare artificialmente le curve di una normale strada, alla fine un circuito e' come ridurre una pianta in un bonsai, cioe' una cosa innaturale, la vera pista e' la strada!
Ma sto' andando fuori tema, nel senso che volevo sottolineare che se uno e' veramente appassionato, la passione la si puo' anche mettere in ibernazione, ma prima o poi si sveglia, e' come quando cercano di distruggere Terminator, la lucina che pulsa in fondo al cuore della pila atomica resta sempre accesa....

Ktm Super Duke 1290 R