Autore Topic: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...  (Letto 2193 volte)

sgnaus

  • Visitatore
Mattino presto, apro gli occhi nel silenzio totale, accolto dal buio profondo della camera da letto, godo ancora un poco del tepore caldo delle coperte, mi giro sul fianco con lo sguardo rivolto al comodino e tasto a caso cercando il cellulare che uso abitualmente con la funzione sveglia. Ore 4,58, inutile svegliare la famiglia, disattivo la sveglia e mi siedo sul bordo del letto cercando coi piedi le ciabatte. Mi da sempre una grande soddisfazione il pensiero che sia sabato, se ci aggiungo poi il fatto che ho in programma una gita in moto lungo l’argine del fiume Po’, mi sento davvero emozionato. Potevo svegliarmi un po’ più tardi in effetti, ma detesto fare tutto in velocità, mi piace prendermi il mio tempo senza fretta, quindi mi stiro e vado in bagno per la barba e una rinfrescata, poi in cucina per il caffè e la colazione e poi di nuovo torno in camera. Sono le 5,20 ho ancora più di mezz’ora di tempo, intanto penso alla giornata che ho davanti. Non sono mai andato lungo il Po’, ho letto spesso dei servizi sui giornali specializzati e ora, sono emozionato come un ragazzino, è una mia caratteristica questa, quando devo fare qualcosa di nuovo mi emoziono, da un lato la cosa mi fa sentire sempre un po’ un “novellino”, dall’altro mi aiuta a capire la situazione, a ragionare e a non presentarmi sprovveduto, quando mi emoziono paradossalmente mi concentro di più ed è difficile che dimentichi qualcosa. Preparo la borraccia, non fa caldo ma ho bisogno di bere e di zuccheri, quando sono stanco una sorsata di tea zuccherato al limone mi ristora e mi rimette in sesto. Ok, sono pronto, indosso la tuta da ginnastica, scarpe e felpa pesante e il sempre presente cappello, quindi sono pronto per scendere in garage, prima bacio mia moglie e chiudo la porta della camera di mia figlia, mi piace prendermi cura delle mie donne prima di essermene andato.
Fa fresco in strada, secondo me non ci sono più sei o sette gradi stamattina, apro il cancello e poi il garage, tiro fuori la moto e la spingo sul carrello silenziosamente, un po’ come se fosse un rito, in fondo al carrello coperto metto gli stivali e tutto l’ambaradan necessario, il casco i guanti e la maschera invece, li metto nel bagagliaio della macchina, lego nel carrello anche la tanica della benza. Ok sono pronto, mancano dieci minuti alle sei e Diego (l’altro Diego) mi aspetta per le sei.
Davanti a casa sua è tutto silenzioso come in tutto il paese del resto, non c’è in giro nessuno e c’è buio, un breve squillo del cellulare e… porca zozza Diego è già nel suo garage, con la luce spenta! Lui mi risponde che non ha bisogno della luce accesa sa già dov’è la sua roba per filo e per segno e ok, spinge fuori il suo kappa 525, il “mostro” come lo chiama lui e lo infiliamo nel carrello affianco al “camoscio” la mia 449, poi la borsa, gli stivali, i pantaloni, casco e guanti nel bagagliaio, e la maschera?
“Sei una pirla Diego! Fortuna che sai dov’è la roba per filo e per segno…”
In autostrada restiamo in silenzio e per forza: Diego dorme come un vitello, mentre io mi godo lo spettacolo della pianura Padana sotto i primi raggi di sole e il velo dalla nebbia. Io amo questi luoghi, mi riportano a tempi antichi in cui non ho vissuto. Anni fa, da queste parti nel Lodigiano, c’avevo conosciuto una ragazza, una bergamasca che lavorava lì, una donna coi contro cazzi che aveva carattere da vendere, mi piaceva, ma le cose a volte vanno in modo strano e ogni cosa trova un incastro perfetto solo nel tempo, alla fine lei ha cambiato solo persona, affezionata al nome è diventata la tenera moglie di Diego, lui ora è qui che dorme come un cucciolo da uno e novanta sul mio sedile e io, mi sono sposato con una brianzola del tutto diversa dalla bergamasca. E grazie a dio. Io e Diego siamo amici da tempo, ma a volte rispettare l’amicizia significa non dirsi proprio tutto, tutto a volte è troppo.
Usciamo a Casalpusterlengo, poi prendiamo per Ospedaletto, attraversiamo Senna e raggiungiamo Malpaga. C’è un bar aperto sulla sinistra della strada, ci fermiamo per un caffè. Diego mi da una pacca sulla spalla proprio mentre sto portando la tazzina alla bocca, lo fa spesso e io me lo aspetto, ma si diverte come un bigolo e ride di gusto. Usciamo dal bar verso le 7,30 parcheggiamo la macchina appena dietro, c’è un piccolo piazzale in ghiaia, metto subito “l’antifurbo” al carrello, onde evitare di tornare e trovarne due, non si sa mai, ci vestiamo in pochi minuti.
C’è silenzio e un forte odore di erba che proviene dagli orti vicini bagnati dell’umidità notturna, spingiamo le moto a mano per un centinaio di metri, raggiungiamo un luogo un poco più isolato, perché vorremmo evitare che il latrato degli Akrapovic  disturbi i residenti e ci segnali come disturbatori, infondo alla via si vedono dei boschetti di alberi alti e severi, sembrano lì per giudicarci e invece sono il simbolo di quella natura in cui vogliamo entrare con attenzione, oltre gli alberi c’è il grande fiume. Accendiamo le moto nel silenzio totale, consapevoli di essere invadenti, ma facciamo il possibile per integrarci al meglio, ci spostiamo dai muri per evitare rimbombi e ci allontaniamo in fretta prima ancora di aver messo la maschera, prendiamo dopo qualche chilometro una strada invisibile contornata da arbusti con le lacrime agli occhi per il freddo, è un sentiero che s’infila dritto verso la nostra giornata fatta di moto e acqua, sentieri e sabbia.
Percorriamo i primi metri in fuoristrada con la seconda marcia innestata, cercando di prendere confidenza con l’ambiente e i nostri muscoli addormentati, poi Diego innesta la terza e spalanca il gas e per qualche decina di metri se la fa in monoruota, tocca il freno posteriore e in controsterzo affronta una curva a sinistra rallentando, si gira e mi aspetta, mi indica un tratto di bosco lato fiume dove si vedono segni di ruote tassellate recenti, forse qualcuno è partito prima di noi stamattina. Mi affianca e mi dice di tenere lo sguardo più sulla lunga distanza, perché ha notato che guardo troppo sotto la ruota, gli ostacoli vanno anticipati e non visti all’ultimo minuto.
No, io non sono alla sua altezza, lui è un maniaco dell’enduro, io nella vita ho fatto altro, spingevo sulle spalle della mischia avversaria, lui invece fa cose per me impossibili e pazientemente m’insegna a non temere gli ostacoli, mi dice come affrontare i percorsi più tecnici, mi riprende quando sto seduto e mi ha insegnato a svoltare in un fazzoletto di terra col freno posteriore bloccato, ma mi viene solo a sinistra e non so il perché, mi piace il fatto che ogni volta prima di partire, controlli la pressione delle gomme della sua e della mia moto, ritiene che la pressione giusta sul terreno morbido sia 0,9 dietro e 1 davanti.  
Siamo noi due in sella alle nostre moto, è una bella giornata che si prospetta lunga e siamo ancora puliti, siamo amici da tempo, molto diversi anche per idee politiche, Diego e Diego, legati dalla passione comune e da… altro ancora.
« Ultima modifica: 27 Febbraio 2013, 21:16:13 da sgnaus »

Offline Titto

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 557
  • tra Roma e Viterbo
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #1 il: 27 Febbraio 2013, 17:56:15 »
 :PDT_Armataz_01_37:
Fabrizio "Titto" Brizi
Suzuki Dr 650 se '96

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #2 il: 27 Febbraio 2013, 18:14:25 »
 smbrv
























Maaaa...alla fine quale meglio?
Ok ok, hai ragione, ste cose non si chiedono  zzz
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Visitatore
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #3 il: 27 Febbraio 2013, 21:20:36 »
Alla fine ogni persona scrive una storia a sé...
 :OK:

Offline menca

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3001
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #4 il: 27 Febbraio 2013, 21:30:24 »

 .............  :OK: ................


Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7540
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #5 il: 28 Febbraio 2013, 00:23:15 »
eccoti... nel giorno del mio bulbo andato!


peccato non avere fatto altre foto!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline bibo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2727
  • Bello e Bannato
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #6 il: 28 Febbraio 2013, 00:47:29 »
 smbrv smbrv smbrv

B!bo
In ordine di apparizione: TA600+K640AdV+K690E+TRide290+2*(Alp200)+Freeride250F+K790Adv

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #7 il: 28 Febbraio 2013, 09:30:50 »
Alla fine ogni persona scrive una storia a sé...
 :OK:


e comunque è vero, non si vive di sola moto  sm444
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

sgnaus

  • Visitatore
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #8 il: 28 Febbraio 2013, 11:59:38 »
@kermit: ustrega che sorpresa, il mio camosciooooooo!!!  beh volendo di foto se ne possono fare altre, sempre ammesso che tu abbia voglia di fare un giro (potrei portarti lungo alcune prove della 2 giorni) ma prima devono sciogliersi i quasi 40 cm di neve che a tutto ieri sera c'erano ancora dalle parti di bevera e secondo, occhio al bulbo!!!
 :bins:

@alex: guarda, credo proprio di aver trovato l'ergomento su cui essere d'accordo al 100%, io ho passione per la moto, questo è ovvio, ma la kartofel è la kartofel... ecchèmminchiaemminchia!
 :OK:

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30011
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #9 il: 28 Febbraio 2013, 13:07:30 »
Un bulbogramma per Kermit:


Ktm Super Duke 1290 R

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7540
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #10 il: 28 Febbraio 2013, 14:01:21 »
Un bulbogramma per Kermit:


grAzie!!
allora mi presti la rxv?
 :57: sm416 sm416
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7540
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #11 il: 28 Febbraio 2013, 14:02:31 »
@kermit: ustrega che sorpresa, il mio camosciooooooo!!!  beh volendo di foto se ne possono fare altre, sempre ammesso che tu abbia voglia di fare un giro (potrei portarti lungo alcune prove della 2 giorni) ma prima devono sciogliersi i quasi 40 cm di neve che a tutto ieri sera c'erano ancora dalle parti di bevera e secondo, occhio al bulbo!!!
 :bins:

@alex: guarda, credo proprio di aver trovato l'ergomento su cui essere d'accordo al 100%, io ho passione per la moto, questo è ovvio, ma la kartofel è la kartofel... ecchèmminchiaemminchia!
 :OK:
oggi e' andata dal meccanico... sto facendo montare l'impianto elettrico completo...
poi ci andiamo a fare un giretto!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #12 il: 28 Febbraio 2013, 14:12:20 »
oggi e' andata dal meccanico... /quote]

AMMO'? ma nn era la moto che nn ciaveva mai un catzo?  :bins: :bins: :siga: :siga:

da quanno nn ce stà più ''isso'' me stò ad allargà ....  :mm: :mm: :arar: :arar: :baci: :baci:

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7540
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #13 il: 28 Febbraio 2013, 14:19:39 »
oggi e' andata dal meccanico... /quote]

AMMO'? ma nn era la moto che nn ciaveva mai un catzo?  :bins: :bins: :siga: :siga:

da quanno nn ce stà più ''isso'' me stò ad allargà ....  :mm: :mm: :arar: :arar: :baci: :baci:

LEGGERE LE ISTRUZIONI PER L'USO:


sto facendo montare l'impianto elettrico completo...
poi ci andiamo a fare un giretto!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29619
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Nella vita capita di condividere molto, anche la passione per...
« Risposta #14 il: 28 Febbraio 2013, 14:27:53 »
un piccolo sforzo... lo imparate come si quota? Graaaazie....  :arar:
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"