Autore Topic: Sherco St 3.2 a quattro tempi  (Letto 6950 volte)

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30021
    • Mostra profilo
Sherco St 3.2 a quattro tempi
« il: 06 Novembre 2011, 14:03:18 »
Questa e' stata la moto da trial a quattro tempi che, forse, ha riscosso meno successo di tutte:

Sherco St 3.2:



Quello in foto e' la versione del 2011. Motore monocilindrico a quattro tempi di 320 cc., distribuzione monoalbero in testa a quattro valvole, sistema di lubrificazione a depressione e mandata alla testa tramite condotto della catena di distribuzione.
Tutte o quasi le case produttrici di moto da trial, sette o otto anni fa', causa sicuro divieto di omologazione dei motori a due tempi per le gare di trial e omologazioni Ce, si erano date da fare a progettare ed a commercializzare moto da trial con motorizzazione a quattro tempi, ma si verifico' un successivo dietro-front della Federazione Motociclista Internazionale, causato dalle legittime proteste delle case produttrici che non avevano soldi da investire in progetti costosi e non ammortizzabili con le poche migliaia di vendite dei modelli da trial!Inoltre anche la nuova omologazione Euro 3 veniva estesa anche alle due tempi da fuoristrada, quindi perche' continuare ad investire sulle motorizzazioni a valvole, dove soltanto la Honda si era permessa di progettare e produrre un "capolavoro" tecnologico come la Montesa Cota 250 4Rt, dotandola addirittura di iniezione elettronica?
Il motore della Sherco a quattro tempi venne progettato per avere lo "scatto" e la prontezza a bassi regimi tipico della moto a due tempi da gara, si e' cercato anche di mantenere la leggerezza del motore a due tempi, difatti non adotta nemmeno la pompa di mandata della lubrificazione, ma si e' preferito adottare il sistema di lubrificazione con mandata a depressione, molto simile a quello gia' adottato dalla vecchia serie Te delle Husqvarna monoalbero da motocross/enduro!
Questa moto venne anche portata in gara nel mondiale di trial dal pilota ufficiale della Sherco Albert Cabestany:


http://youtu.be/MTFo1VZW1Uw

La moto aveva effettivamente le caratteristiche prestazionali molto simili ad un motore a due tempi, forse perfino troppo, la eccessiva prontezza ai bassi regimi rendeva la moto difficilmente gestibile sui terreni viscidi, adatta alla sensibilita' dei piloti gia' piu' smaliziati, un po' meno per i principianti o per il trialista amatoriale, ma il problema piu' grande era la difficolta' di avviamento a caldo, quando la moto "decideva" di non partire, proprio non c'era verso...
Molto probabilmente il problema era causato dall'eccessivo surriscaldamento del proplusore che portava all'evaporazione della benzina nella vaschetta del carburatore, sui primi modelli era molto facile vedere la benzina che "bolliva" all'interno del serbatoio, probabilmente con una piu' adeguata messa a punto si sarebbero potuti eliminare quei difetti di gioventu' e creare un'ottima moto da motoalpinismo, speriamo che lo facciano! :sign0098:

Ktm Super Duke 1290 R

ghisa

  • Visitatore
Re: Sherco St 3.2 a quattro tempi
« Risposta #1 il: 06 Novembre 2011, 20:47:53 »
La moto in questione ha un motore esteticamenete orrendo, forse uno dei motori più brutti mai costruiti!!! Nel mio gruppo quanche volta si aggiunge un signore che la possiede....prima di partire dobbiamo sempre aspettare che accenda la moto.

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30021
    • Mostra profilo
Re: Sherco St 3.2 a quattro tempi
« Risposta #2 il: 06 Novembre 2011, 21:36:57 »
Effettivamente il motore sembra una moka Bialetti trovata nella cucina di un disco volante, non mi veniva un altro paragone piu' calzante,adesso ditemi che non e' vero..... sm409


Ktm Super Duke 1290 R

lazzaro54

  • Visitatore
Re: Sherco St 3.2 a quattro tempi
« Risposta #3 il: 07 Novembre 2011, 10:29:03 »
estetica del motore a parte, io ho avuto la ''fortuna'' di provarla al campetto quando ancora possedevo la Scorpa 2T con motorizzazione Yamaha .....
rispetto a quest'ultima l'ho trovata che pesava uguale (la Scorpa 2T vecchia era la + pesante tra le 2 T) ma con una distribuzione di pesi molto azzeccata, tanto è vero che facevo ostacoli con molta meno fatica che con la Scorpa .....
la moto provata era in configurazione originale tranne che per il GAS Domino nero (quello normale) e 1 dente in più sul pignone (x allungare un pò i rapporti, il proprietario la usava principalmente per motoalpinismo...)

beh, a me la moto kittata così è piaciuta tantissimo, motore pronto il giusto, nessun buco di carburazione nei continui apri-chiudi e per niente affaticante rispetto alla mia ex-2T ......... quella mattina nessun problema nemmeno alla messa in moto, partenza sia a caldo che a freddo sempre al primo colpo ...... infatti mi chiesi il perchè dei vari ''sputt.......'' sul suo conto che si leggevano in giro ........
c'è il mio mecca Sherco che ne ha in giro 12 per le valli lombarde e vanno tutte benissimo anzi, recentemente, glie ne hanno cercate altre 2 ......

roro

  • Visitatore
Re: Sherco St 3.2 a quattro tempi
« Risposta #4 il: 03 Gennaio 2012, 18:33:23 »
L'ho usata per 2 mesi. Messa a punto veramente bene non ha mai avuto problemi a di messa in moto. A freddo, a caldo, in quota.
Gli abbiamo cambiato la pompa acqua montandone una maggiorata e una centralina nuova rimappata e non ha più avuto rogne di temperatura.
Un poco pesante sulle braccia sui sentieri ma dopo un po' ci fai l'abitudine e ti diverti. Grandissimo motore. Telaio molto facile, perdona moltissimi errori. Purtroppo una pecca è la rumorosità davvero forte che in montagna può dar problemi. Con un mono messo bene e forche settate a posto non era male.
Alla fine non l'ho tenuta per scelte logiche ( mio figlio corre con evo e avere due moto uguali in casa ha dei vantaggi non da poco ) ma a volte la rimpiango un po'.