Autore Topic: Freeride 250 F 2018: "seconde impressioni" post rodaggio e nuova mappa iniezione  (Letto 3970 volte)

Offline bibo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2727
  • Bello e Bannato
    • Mostra profilo
Seconda fase della presa di contatto con la mia Freeride 250 F.
Dopo averla portata dal concessionario per il primo tagliando, quello delle 5 ore, l'ho ritirata con alcune modifiche che avevo richiesto.
In particolare ho fatto montare:

- la sella più bassa (anche se di solo 7 mm)
- paramani chiusi (indispensabile per me che cado da fermo)
- un paramotore più esteso
- l'interruttore di cambio mappa e inserimento traction controllo al manubrio
- e soprattutto la mappatura "meno omologata" che in teoria porta da 20 a 26 cavalli la potenza della Freeride.

Partiamo subito con il pezzo forte, nuova mappatura da 26 cavalli. E' "la sua" mappatura e si percepisce benissimo. A dir la verità non ho constatato un enormissimo aumento di potenza, anche perché in precedenza il motore a 20 cavalli non l'ho mai tirato tanto per via dell'essere rodaggio. Quello che cambia di molto è la pulizia di erogazione, la regolarità della "schiena" del motore, e anche una percepibile anche se non sufficiente (per i miei gusti) diminuzione della effetto on off ai bassi regimi.
Secondo me la sensazione di on-off ai bassi regimi è diminuita anche perché i meccanici del concessionario mi hanno "furbamente" alzato un pelo il minimo. Rimane comunque percepibile ma meno fastidioso di prima. Per usare questa mappatura bisogna togliere le retine antiscintilla sui finali di scarico. Avevo paura che la rumorosità sarebbe aumentata ma di fatto rimane una moto molto molto silenziosa. È decisamente più percepibile invece il motore a livello di rumore meccanico rispetto a quanto sono abituato con le mie altre quattro tempi.
Quello che posso dire è che la mappatura meno omologata è di fatto un "must have" per questa moto e si vede che è stata progettata per essere usata in questa configurazione.

Capitolo interruttore per switch mappe e controllo di trazione. Si tratta di ammennicolo che si installa manubrio e presenta due tasti. Il primo serve per cambiare tra due diverse mappe e l'altro serve per inserire il Traction Control. Il traction control dovrebbe dare una limitazione di giri durante eventuali perdite di aderenza in derapata, per diminuire il rischio di perdere il controllo. A seconda di quale mappa avete selezionato sullo switch  si illumina un numero "1" in bianco o un numero "2" in verde.

Per quel che riguarda il traction Control non ho avuto possibilità di provarlo, mentre per quel che riguarda il cambio mappatura ho capito che il pulsante serve per decidere se alla sera con il buio preferite essere abbagliati dalla luce bianca che proviene dal sinistra del manubrio oppure preferite un abbagliamento causato da una luce verde. E niente altro,  perché per quel che mi riguarda le mappe sono praticamente identiche, o comunque io non sono  abbastanza sensibile da notare una benché minima differenza.

Il paramotore fatto montare è quello proveniente dal catalogo powerparts KTM e lo reputo uno optional obbligatorio.
Parliamoci chiaro, su questo modello KTM ci fa la grazia di mettere un paramotore in alluminio già di serie incluso nel prezzo (aumentato rispetto ai vecchi modelli), mentre il vecchio FR350 non aveva assolutamente nulla lasciando il tubo di scarico che passa sotto al motore completamente alla mercé delle sassate.
Il problema è che sulla FR250 F il paramotore originale, per quanto pregevolmente realizzato, copre soltanto la culla dei tubi e il tubo di scarico lasciando completamente scoperti ai lati i due coperchi carter. KTM avrebbe potuto fare un piccolo sforzo di più e mettere direttamente il paramotore decente sulla moto, invece così comprata e pagata la moto con un paramotore di serie aòòa foie dovete mettere quello powerparts lo stesso. Almeno prima sulla FR 350 di serie non c'era e non l'avevate pagato.


La sella ribassata mi sembra più scomoda dell'originale, però oggettivamente quei 7 mm in più magari, forse, può darsi,  possono fare comodo in emergenza per uno corto di gamba come me.
Forse potrà essere essere la discriminante tra prendere una facciata da fermo oppure no, quel che è certo che anche con la sella abbassata tocco male e non ho nemmeno lontanamete la "sicurezza" che h coin la T-Ride. Ma questo è unproblema che abbiamo solo io, Valchi e Aldo, per quelli che non sono diversamente alti non è un problema.
Quello che mi chiedo, visto che la sella è scomoda comunque, se non valeva la pena abbassarla di più.

E ora passiamo alla prova pratica. Anche se sono in teoria è uscito dalla convalescenza non ho voluto esagerare e ho fatto un po' di giri in "pre colline brianzole" delle mie parti con qualche esplorazione di sentieri che non conoscevo in sottobosco piatto con radici.
In più mercoledì pomeriggio ho preso il furgone, caricato la moto e sono andato a fare delle ricognizioni di alcuni pezzi sterrati in zona Lago Maggiore da inserire in un raduno Transalp che si terrà a breve da quelle parti. Non sono ovviamente sterrati difficili perché sono sterrati adatti a transalp, ma comunque ho potuto farmi una prima impressione della moto, quantomeno sullo scorrevole.

Impressioni che non cambiano molto rispetto alle precedenti. La moto è di fatto una endurella giocosa 4 tempi. Anche nella mia limitatissima esperinza, mo sento di dire che non la si può  considerare una vera moto da motoalpinismo, quantomeno se la confronto con il comportamento dinamico della mia Scorpa T-Ride.
La Scorpa T-Ride, sia per il peso, sia per la diversa impostazione telaistica, risulta più dinamicamente  più leggera, più giocosa, più agile e soprattutto più leggera di anteriore rispetto alla Freeride.
La Freeride e invece ha un'impostazione più vicino a una moto da enduro, con un'ottima stabilità, un telaio inaspettatamente rigoroso, e delle sospensioni a mio parere buone ma un po' troppo frenate nel loro funzionamento. Intendo dire che probabilmente un po' perché sono montate delle molle per il tipico 85 kg tedesco (anche se KTM dichiara che il riferiemnto è 75 kg), un po' perché sono delle forcelle pensate per l'enduro, tutte le reazioni sono abbastanza smorzate e "lente" come se si fosse privilegiato una comportamento dinamico a velocità superiori da quelle  "trialistiche e motoalpinistiche".
Per intenderci, in questa configurazione risulta molto molto difficile, quantomeno a me che peso 65 kg, alleggerire l'anteriore lavorando di compressione forcella e successivo rilascio con compressione del posteriore. Infatti la cosa che mi rende più perplesso e "meno sicuro", oltre all'altezza maggiore rispetto alla Scorpa T-Ride, è la difficoltà nell' alleggerire l'anteriore per affrontare un ostacolo. Mentre con la Scorpa di gas e spostamento peso riuscivo ad alzare l'anteriore anche a velocità minime, con la Freeride  devo comunque usare la frizione per sollevare anche di pochissimo l'anteriore. Forse è perchè peso poco, o perchè forcella/mono sono troppo frenati. Lavorare di frizione è comunque necessario quando si deve ragionare prima dell'ostacolo, perchè ad ora (senza volano aggiuntivo) la velocità minima è troppo alta e non permette di "ragionare".

Nel complesso devo dire che ho fatto pace con la moto. Ho già in mano un volano appesantito dal 200 g fatto arrivare dagli Stati Uniti da montare eventualmente sulla campana frizione.
E ovviamente devo ancora cercare di regolare le sospensioni, di cui non ho toccato assolutamente la taratura. Le forcelle presentano entrambe le regolazioni sulle parte alta, cosa che ritengo estremamente comoda perché scendere ogni volta dalla moto, togliere i tappi di gomma e regolare la compressione con il cacciavite è una rottura di balle immensa. In compenso, per lavorare sulla compressione dell'ammortizzatore bisogna smontarlo, cosa che ritengo al limite della tollerabilità, anche se lo smontaggio del ammortizzatore sembrerebbe una cosa molto facile e veloce.

Come prima cosa mi piacerebbe fare una prova-scambio comparata con Lamberto e Simonee le loro Freeride 250 2T,  a livello di sospensioni e di erogazione  (non mi risulta che qualcuno quà abbia ancora la FR 350). Certo, si tratta di motori diversi, ma non vorrei che questa sensibilità all'effetto on-off fosse un po' una sega mentale mia e vorrei dei pareri terzi. Lodico perche quando io e Lamberto ci siamo Scambiati le T-Ride, io ho trovato troppo brusca di motore la sua portata a 300 cc e carburazione cambiata, metre per lui non c'erano problemi.
Anche perché vorrei fare PRIMA questa comparativa in modo da avere dei pareri da due esperti, e poi montare eventualmente il volano per poi fare un nuovo step di prova per verificare il cambiamento.
Per quel che riguarda il sospensioni sto meditando di mettere quantomeno la molla al posteriore più morbida e provare a regolare la velocità idrauliche della forcella. Poi magari penserò anche le molle della forcella o anche solo a "scaricarle" come ho fatto sul 690. La prova del nove la farò a fine Aprile perché mi hanno ripescato dalla lista d'attesa per il Krka Discovery + Krka Enduro in Croazia, conto di andarci con la Freeride e capire come mi trovo. Si tratteranno di quattro giorni intensi che due anni fa ho fatto affrontato in parte con la 690 e in parte con la Scorpa, e quelli saranno i miei riferimenti.

Ciao!

Bibo
In ordine di apparizione: TA600+K640AdV+K690E+TRide290+2*(Alp200)+Freeride250F+K790Adv

Offline Simo75

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 424
    • Mostra profilo
ottima recensione Bibo, quando capiti nelle parti del Varesotto fai un fischio che un giretto insieme lo facciamo volentieri

riguardo alla sella ribassata che anche io ho montato sulla mia, ti posso confermare che è duretta e provando quella di lamberto che ha preso la versione confort, ho potuto notare che anche la sua è la versione ribassata e data la natura più confortevole e cedevole riesco a toccare più con la sua che con la mia arrivando a toccare con entrambe le punte a terra, (io sono 1,65) ma mi sta frullando in testa l'idea di montare il kit di abbassamento sulle sospensioni, l'unica cosa che mi frena un pò è il fatto che poi la luce a terra diminuirebbe col rischio di toccare più frequentemente sotto

ti confermo che anche il mio selettore mappe, che ho fatto montare appena presa la moto, non fa una sega o almeno io non sento differenze

per il discorso impennare la moto, sicuramente il 4t rimane un pò più pesante di avantreno e quindi difficile da tirar su, sulla mia ho trovato più facilità nell'alzare l'anteriore portando le piastre forcella a tappo forcella (prima erano infilate di 1 cm) e accorciando i rapporti, inizialmente montavo un pignone da 14 denti originale della casa, sentendola poco reattiva in molte situazioni, ho montato il pignone da 13 e già le cose cambiavano ed era molto più divertente in tutte le situazioni, dopo il giro con Lamberto ho scoperto avere il pignone ancora più piccolo e così ho messo anche io il pignone da 12 che devo ancora provare ma credo sia quello giusto, potresti valutare questa prova anche con la tua

ciao 

Offline bibo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2727
  • Bello e Bannato
    • Mostra profilo
per il discorso impennare la moto, sicuramente il 4t rimane un pò più pesante di avantreno e quindi difficile da tirar su, sulla mia ho trovato più facilità nell'alzare l'anteriore portando le piastre forcella a tappo forcella (prima erano infilate di 1 cm)

Eh, anche le mie sono sfilate verso l'alto, per toccare meglio. Se rimetto a filo perdo quel vantaggio li. Oltretutto la mia è già parecchio "stabile" così, alzando l'anteriore perderei ulteriormente in agilità.

e accorciando i rapporti, inizialmente montavo un pignone da 14 denti originale della casa, sentendola poco reattiva in molte situazioni, ho montato il pignone da 13 e già le cose cambiavano ed era molto più divertente in tutte le situazioni, dopo il giro con Lamberto ho scoperto avere il pignone ancora più piccolo e così ho messo anche io il pignone da 12 che devo ancora provare ma credo sia quello giusto, potresti valutare questa prova anche con la tua

Ho già il pignone più piccolo possibile, il 12.

Ciao!

Bibo
In ordine di apparizione: TA600+K640AdV+K690E+TRide290+2*(Alp200)+Freeride250F+K790Adv

Offline Simo75

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 424
    • Mostra profilo
allora mi sa che il massimo si poteva fare, comunque sto realizzando una sella più bassa e sagomata a dovere  appena finito vedrò quanto riesco a recuperare