Autore Topic: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018  (Letto 22862 volte)

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #75 il: 29 Novembre 2017, 19:11:05 »
dalle foto ho notato che è sparito anche il sensore di posizione delle marce,ne deduco che siano sparite anche le relative 24 mappe !hanno semplificato parecchio l'elettronica

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8563
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #76 il: 29 Novembre 2017, 19:46:18 »
Secondo me è meglio così , ma sono pronto a scommettere che più avanti metteranno la possibilità delle 2 mappe.
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

Offline pogopogo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 456
  • Valle d'Aosta
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #77 il: 29 Novembre 2017, 19:52:04 »
continua a non piacermi la nuova livrea,  due piccoli appunti visto il prezzo bottone a strappo e  pedane più belle ci devono essere visto il prezzo, ma è una moto che comprerei volentieri .

....le pedane sono come quelle in titanio che avevo preso io in offerta al prezzo di quelle in acciaio qualche anno fa: confermo che vanno veramente bene, oltre a essere regolabili.
trial old style

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y.
« Risposta #78 il: 29 Novembre 2017, 20:21:42 »
Secondo me è meglio così , ma sono pronto a scommettere che più avanti metteranno la possibilità delle 2 mappe.
.                                                                                                                                               Lo spero proprio,una mappa normale e versatile,una seconda hard.meglio se la implementano il prima possibile

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8563
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #79 il: 30 Novembre 2017, 06:23:30 »
A mio parere l'anno scorso hanno esagerato con le versioni delle moto : Camo , Ice , Replica , Titanium.  Dovrebbero fare 2 versioni tipo "base" e "replica " e lavorare per migliorare il prodotto , anche perché già la Vertical in confronto alle altre marche  è  avanti . Soprattutto l'usato deve essere venduto al suo giusto prezzo , moto del '17 non possono scendere così tanto di valore.
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #80 il: 30 Novembre 2017, 09:20:00 »
E sta arrivando la Vandal(e l'altra passa da 24 a 1 mappa soltanto).ok non voglio risultare troppo polemico anche perchè mi piace troppo questa moto

Online Lamberto

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7402
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #81 il: 30 Novembre 2017, 10:59:56 »
Vertigo ha una visione ed un approccio diametralmente opposti rispetto ad alcune delle altre case spagnole di produzione di moto da trial, ed i motivi a mio avviso sono:

- azienda giovane e di piccole dimensioni ma con un approccio molto professionale alla produzione data l'esperienza industriale del titolare
- capacità economica solida, contrariamente ad altre case che sono nate e vissute grazie agli incentivi statali, Vertigo vive di forza propria e, il
  proprietario, ha creato questa azienda per pura e semplice passione. Prova ne sia che, nonostante le ridotte dimensioni, si sono presi la
  briga di produrre un motore a iniezione a due tempi cosa che, a parte KTM, gli altri non hanno ancora inserito nella produzione di serie
- hanno prodotto diversi modelli per identificare il target preferito dal pubblico
- attenzione alle problematiche emerse (visto di persona per diversi utenti)

Altre aziende che hanno mostrato un metodo industriale ed organizzato alla produzione sono Beta e Sherco/Scorpa, però, in questi casi, gli obbiettivi sono più mirati a prodotti di fascia più tradizionali. Ottimi prodotti ma di livello diverso.
Poi, come la storia insegna, leggi Ossa, chi osa sperimentando nuove soluzioni deve pagare lo scotto della messa a punto e questo è estremamente oneroso e, se non ci sono solide basi economiche, il default è dietro l'angolo.
E' evidente che Vertigo avendo ora avviato in modo sistematico la produzione di moto evolute ora si rivolge anche al mercato più tradizionale, vedi Vandal, che risulterà più semplice costruttivamente e più economica, pur mantenendo il motore a iniezione.





Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29597
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #82 il: 30 Novembre 2017, 11:16:30 »
contrariamente ad altre case che sono nate e vissute grazie agli incentivi statali, Vertigo vive di forza propria

E non è certo cosa da poco, credo che quello che ne risulta faccia la differenza proprio qui.
Fantic Motor TZ250 ES Scuderia Six Days
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #83 il: 30 Novembre 2017, 12:11:32 »
Vertigo ha una visione ed un approccio diametralmente opposti rispetto ad alcune delle altre case spagnole di produzione di moto da trial, ed i motivi a mio avviso sono:

- azienda giovane e di piccole dimensioni ma con un approccio molto professionale alla produzione data l'esperienza industriale del titolare
- capacità economica solida, contrariamente ad altre case che sono nate e vissute grazie agli incentivi statali, Vertigo vive di forza propria e, il
  proprietario, ha creato questa azienda per pura e semplice passione. Prova ne sia che, nonostante le ridotte dimensioni, si sono presi la
  briga di produrre un motore a iniezione a due tempi cosa che, a parte KTM, gli altri non hanno ancora inserito nella produzione di serie
- hanno prodotto diversi modelli per identificare il target preferito dal pubblico
- attenzione alle problematiche emerse (visto di persona per diversi utenti)

Altre aziende che hanno mostrato un metodo industriale ed organizzato alla produzione sono Beta e Sherco/Scorpa, però, in questi casi, gli obbiettivi sono più mirati a prodotti di fascia più tradizionali. Ottimi prodotti ma di livello diverso.
Poi, come la storia insegna, leggi Ossa, chi osa sperimentando nuove soluzioni deve pagare lo scotto della messa a punto e questo è estremamente oneroso e, se non ci sono solide basi economiche, il default è dietro l'angolo.
E' evidente che Vertigo avendo ora avviato in modo sistematico la produzione di moto evolute ora si rivolge anche al mercato più tradizionale, vedi Vandal, che risulterà più semplice costruttivamente e più economica, pur mantenendo il motore a iniezione.

concordo completamente con quello che hai detto,ed è anche per questo che mi piace la Vertigo. se i nuovi modelli avranno superato i test di affidabilità allora saremo difronte alla moto top nel trial, secondo me naturalmente.

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8563
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #84 il: 30 Novembre 2017, 12:26:11 »
Di Vertigo ho apprezzato il comportamento del suo importatore che si è sempre adoperato per risolvere in prima persona i problemi di gioventù che qualche moto ha avuto e devono secondo me ampliare la rete di concessionari  . Se fanno una moto base e una replica come altre case dedicando tutte le energie per migliorare sempre di più il prodotto riescono anche a evitare che le moto usate si debbano svendere, so che sembra una mia fissazione , ma questo è un freno per un possibile acquirente , se io so che la mia moto  ha una buona rivendibilità sono anche invogliato a comprare di nuovo una moto dello stesso marchio.  Vediamo ......
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

Online kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7503
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #85 il: 01 Dicembre 2017, 13:43:08 »
infatti, la vertical è un gran bel giocattolo, come del resto la camo provata lo scorso anno, alla fine ho scelto altro per rivendibilità e versatilità del prodotto!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline Sauro

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 739
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #86 il: 01 Dicembre 2017, 13:51:59 »
Di Vertigo ho apprezzato il comportamento del suo importatore che si è sempre adoperato per risolvere in prima persona i problemi di gioventù che qualche moto ha avuto e devono secondo me ampliare la rete di concessionari  . Se fanno una moto base e una replica come altre case dedicando tutte le energie per migliorare sempre di più il prodotto riescono anche a evitare che le moto usate si debbano svendere, so che sembra una mia fissazione , ma questo è un freno per un possibile acquirente , se io so che la mia moto  ha una buona rivendibilità sono anche invogliato a comprare di nuovo una moto dello stesso marchio.  Vediamo ......
Vero tutto, gran brave persone l'importatore e il suo staff, una rete vendita e una buona rivendibilità mancano ancora. Vediamo....

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #87 il: 07 Dicembre 2017, 09:20:05 »
ma sono sparite le ultime foto e considerazioni di Lamberto? cosa è successo?

Online Lamberto

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7402
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #88 il: 07 Dicembre 2017, 12:02:15 »
Domando scusa ma ho erroneamente cancellato il post.
In sintesi confermo le sensazioni avute durante il test della moto demo.
La ciclistica con una minor inclinazione delle forcelle (come la CAMO 2017) è più maneggevole mantenendo comunque una buona direzionalità ed un ottima trazione, questo si traduce in un minore affaticamento delle braccia specialmente nelle uscite più lunghe, mi è piaciuto molto come lavora il mono che tra nuovi leveraggi e regolazioni tiene incollata la ruota nella risalita dei tratti più impegnativi.
L'erogazione del motore, nella versione 2018, è più dolce grazie ad una nuova mappatura installata sulla nuova centralina che risulta averne ora solo una.
Con la nuova APP, già disponibile, si può cambiare il carattere del motore sfruttando al massimo i 31 cv.
La frizione della mia Vertical, tarata in modalità standard, ha un attacco meno brusco rispetto alla versione demo che era tarata più "secca".
Comunque è solo questione di farci la mano ed anche la taratura più racing si riesce a gestire al meglio in quanto non estrema.
La rapportatura finale è uguale alle ICE 2017 quindi risulta essere più lunga rispetto alla CAMO.
Quindi la Vertical è un mix del meglio delle moto versione 2017 con l'aggiunta di diverse modifiche portate dopo un altro anno di gare ed esperienza.
















« Ultima modifica: 07 Dicembre 2017, 12:04:38 da Lamberto »

Offline brunoago

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 79
    • Mostra profilo
Re: Test Vertigo Vertical 300 m.y. 2018
« Risposta #89 il: 07 Dicembre 2017, 12:09:23 »
bene grazie