Autore Topic: A proposito di Cota 4RT  (Letto 4836 volte)

Offline Lamberto

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7406
    • Mostra profilo
A proposito di Cota 4RT
« il: 14 Marzo 2017, 17:54:48 »
Comincio da Montesa la serie dei thread dedicati alle moto.
Perchè Montesa? Perchè a mio avviso è la regina del motoalpinismo, poi qualcuno dirà "è anche del trial!".....certo certo.....però vorrei parlare delle moto che si trovano sul mercato e non di quelle ufficiali dei campioni che hanno in comune con quelle di produzione giusto gli adesivi.
Montesa negli anni, soprattutto dal 2005 quando ha cominciato a produrre la 4RT, ha creato un riferimento nel settore del 4 tempi che ancora risulta essere il migliore.
Già nel 2005 aveva creato un motore a iniezione e battery less, cosa che oggi rappresenta la novità nel settore dei due tempi. Altro aspetto di cui dobbiamo dare merito a Montesa è il telaio, oggi le migliori ed ultime realizzazioni trial hanno le quote della Cota 4RT perché sono il giusto compromesso tra maneggevolezza e stabilità.
Negli anni si è creata la fama di moto molto affidabile e ben costruita, per contro se nel 2005 Montesa era decisamente all'avanguardia col passare del tempo non ha poi portato grandi innovazioni.
La cosa più interessante è stata la realizzazione della versione RR però, a mio avviso, avrebbero dovuto evolvere l’insieme al fine di dare agli agonisti un mezzo competitivo e per i motoalpinisti creare una versione basica.
A conferma di quanto sopra, oggi, a livello agonistico, di 4RT se ne vedono ben poche perché anche se la RR è più potente della standard è ancora distante per peso e performance dalle ultime due T.
Personalmente ho ritenuto da sempre la 4RT la regina del motoalpinismo perché ha una erogazione del motore che aiuta tantissimo, ha una buona trazione, è parca nei consumi ed è di una affidabilità inarrivabile dalla concorrenza perché ben costruita.
Se devo fare un appunto è sulla mancata evoluzione del progetto perché evoluzione è anche mantenere gli standard di costruzione migliorando sotto tutti i punti di vista.
Si potrebbero risparmiare kg rifacendo il motore che da sempre ha il basamento ricavato dal motore del cross dove le sollecitazioni sono ben diverse.
Il telaio è un gioiello e non saprei dove mettere le mani tanto è fatto bene, anche se è un perimetrale in alluminio ha una discreta flessibilità cosa che ad esempio Beta non ha mai dato alle sue realizzazioni.
Comunque è una moto che un posto nel cuore ce l’avrà sempre, sono arrivato a quattro e non è finita……
A livello di guida se si è abituati al 2 T occorre resettarsi perché qui i tempi di reazione sono diversi, il piccolo motore non è immediato nella risposta dell'acceleratore quindi occorre anticipare quando si deve affrontare un ostacolo, la spinta è costante, forte e non cede, però non è esplosiva quindi sui gradini più alti ci vuole una certa manetta.
Le caratteristiche di questo motore permettono anche di sopportare dei trasferimenti di una certa lunghezza, se poi si dota la moto dell'ultima sella da motoalpinismo, risulta essere più comoda di una enduro.
Dove la 4RT fa sentire il peso è quando si affrontano le lunghe discese piene di tornanti stretti....se non si è un po allenati ci si stanca, basta fermarsi un po per riprendere le forze.
Per il resto grande, grande moto!!


« Ultima modifica: 14 Marzo 2017, 18:04:37 da Lamberto »

Offline bishop

  • Newbie
  • *
  • Post: 48
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #1 il: 14 Marzo 2017, 18:32:30 »
a proposito dei risultati in gara, lungi da me dire che un 4tempi è meglio del 2tempi, ma sono rimasto ben impressionato dai risultati della RR all'ultima Due Giorni Della Brianza.
Chiaramente sono un felice utilizzatore di una RR 2017.
ciao a tutti

Offline pogopogo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 457
  • Valle d'Aosta
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #2 il: 14 Marzo 2017, 18:34:33 »
confermo: per chi, come me, non ha le capacità (o l'incoscienza di provare oltre le sue possibilità, legate all'eta')di affrontare ostacoli trialistici da mondiale, ma usa la moto per svago, e per godersi un giro per boschi spensierato va piu' che bene... io sono alla seconda 4RT in un decennio, e a parte un cambio d'olio annuale e metter benzina, problemi non ne ho avuti..
trial old style

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8568
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #3 il: 14 Marzo 2017, 18:41:50 »
A mio giudizio e una gran bella moto , costruita bene , con ottimi componenti e una gran affidabilità. Purtroppo per me ha delle caratteristiche che mi hanno fatto preferire i 2 t  e sono : la larghezza del basamento , quel lieve ritardo nella risposta del motore e la pesantezza dell' avantreno .Ci tengo a sottolineare che il mio primo trial e stata una 4 RT di cui conservo un buon ricordo ma per il mio modo di guidare mi trovo meglio con il 2 T nel trial , invece nell' enduro preferisco( anzi preferivo ) il 4 T .
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

Offline Giorgio

  • Full Member
  • ***
  • Post: 181
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #4 il: 14 Marzo 2017, 19:52:21 »
Mai avuta una... Mi hanno sempre poco attirato causa peso maggiore dei 2t (io sono un po' mingherlino).
Proprio ieri sera però mi sono fermato davanti al conce Honda di BG a guardare l'ultimissima 4rt.
Mi é sembrata, oltre che veramente più bella di quelle meno recenti, ma anche più snella in senso generale... Più stretta... Insomma dava già a vedersi una sensazione di maggiore leggerezza...
Sarà vero?? Ai più esperti l'ardua sentenza...

Offline motaldo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 645
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #5 il: 15 Marzo 2017, 08:28:18 »
Confermo tutto quanto detto sopra, compreso il fatto che mi è rimasta nel cuore e che un mese fa sono andato vicinissimo a ricomprare una ottima occasione (che mi è sfuggita).

Per oggettività oltre a tutte le doti elencate (trazione perfino sulla neve, sospensioni, robustezza, freni che non cedono mai ecc)
devo segnalare che stanca molto anche nei tornanti in salita con gradini ed il fatto di aver sostituito due ventole ed una guarnizione della testa su un totale di tre 4Rt possedute (in sei anni), mentre nei tre anni di Gas Gas, per ora, non si è rotto nulla oltre alla normale manutenzione.


Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7516
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #6 il: 15 Marzo 2017, 13:25:14 »
non sono mai riuscito a metterci su le mani... fortunatamente per la montesa, però 4t a iniezione è un'idea che mi piace molto :333:
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline il pratese

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 439
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #7 il: 16 Marzo 2017, 16:40:02 »
condivido il parere di Enzo, a me non piace la trovo pesante difficile da far girare e fiacca di motore

Offline asaluto

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 59
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #8 il: 14 Aprile 2017, 23:21:41 »
Gentilissimi Amici,

sono da poco iscritto a questo sito sul motoalpinismo che sto seguendo molto volentieri perchè ho trovato molte notizie utili...
Sono un felice possesssore dell' Honda Dominator NX650 (per me una grandissima moto... stabile sufficientemente potente e soprattutto.... robusta, mai avuto problemi al motore!).   sm13 sm13 sm13
Ovviamente in montagna arrivo fino ad un certo punto ma poi....visto il peso di 140 Kg a secco mi devo fermare  :SAD:

Sarei orientato a prendere una Montesa Cota 4RT (con un bel motore Honda 4T) aggiungendo la sella, perchè mi piace andare in montagna a bassa velocità anche su qualche mulattiera un po' più stretta o guadare qualche torrentello senza mettere il piede a terra.... (ecco perchè al momento scarto le enduro da montagna).

 Avrei solo un problema: da casa mia alla montagna sono almeno 40 km di asfalto.  Non credo di poterli coprire con una moto da trial con pneumatici da trial....  Come faccio?   Dovrei acquistare un carrello per il trasporto della moto????       
Honda NX650 Dominator (1998) - "Dai monti al mare puoi andare"
Yamaha WR450F (2005) - "Adventure"
--------------------------------------------------
"In moto fa ciò che ti senti di fare senza troppo rischiare"

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8568
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #9 il: 15 Aprile 2017, 07:02:32 »
Ciao , ti sei già risposto da solo , la moto da trial e la meno indicata per i trasferimenti su asfalto , per cui devi a mio.parere iniziare a valutare la soluzione per te più conveniente per il trasporto della moto.
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

sfinito

  • Visitatore
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #10 il: 25 Novembre 2017, 15:19:36 »
 sm419
okkei riparto da qui; ho comprato una 4RT del 2007 con 130 h di lavoro, usata sempre per alpinismo;
per correr dietro alla mia mogliettina che scorrazza in Grizzly 700.

A quali problemi si vanno incontro su una moto così?
Scusate ma da ex Africa Twinista non ho esperienze in "biciclettine a motore" ;)

Cambiare il pistone? olio e filtro? ammortizzatori? buttare prima di salirci?....oppure magari nulla di che se tenuta bene e che da buona Honda, l'aspettativa di vita è superiore alla mia?

Grazie per le risposte.
Paolo.

Offline Enzo

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 8568
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #11 il: 25 Novembre 2017, 15:54:19 »
130 ore ? Praticamente è ancora in rodaggio. A parte gli scherzi, se la moto è stata usata con criterio vai tranquillo, di cambiare il pistone neanche se ne parla, non è mica un CRF , fai i soliti controlli del caso se non c'è niente di particolare , un bel tagliando generale e via .
« Ultima modifica: 25 Novembre 2017, 16:08:33 da Enzo »
Suzuki V-Strom 650
Vertigo Vertical R 3

Offline pogopogo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 457
  • Valle d'Aosta
    • Mostra profilo
Re: A proposito di Cota 4RT
« Risposta #12 il: 25 Novembre 2017, 20:18:51 »
130 ore ? Praticamente è ancora in rodaggio. A parte gli scherzi, se la moto è stata usata con criterio vai tranquillo, di cambiare il pistone neanche se ne parla, non è mica un CRF , fai i soliti controlli del caso se non c'è niente di particolare , un bel tagliando generale e via .

...aggiungerei filtro aria da tenere sempre bello pulito, e il minimo alto, sennò non l'accendi nemmeno se piangi in aramaico...
trial old style