Autore Topic: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia  (Letto 4281 volte)

Offline Stefano Miata

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 690
    • Mostra profilo
PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« il: 01 Aprile 2014, 12:38:49 »
Montesa Cota 4RT 2010

...e finalmente il DRZ è arrivato...

Offline Michel

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1809
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #1 il: 01 Aprile 2014, 13:01:13 »
E chissà che non si muova qualcosa anche per la Lombaardia...  :quoto:

Offline kermit

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7543
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #2 il: 01 Aprile 2014, 13:13:34 »
firmato...
chissà!
Cerchiamo di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!

Cagiva Elefant 750 monofaro- la regina

Offline Luca Tosi

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 946
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #3 il: 03 Aprile 2014, 07:48:46 »
Fatto qualche giorno fa  sm13
Tènèrè 600 - KTM EXC 250 - Yamaha Dragstar 1100

Offline old-cat

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1388
  • anche lui è più veloce di me...
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #4 il: 03 Aprile 2014, 16:32:36 »
Firmato e speriamo in bene  :OK:
Motoalpinista in... e-bike
Ma presto ritornerò...!!

Offline vin-lap

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3391
  • Pordenone - FVG
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #5 il: 03 Aprile 2014, 16:34:35 »
firmato l'altro ieri,
ma da 3000 firme va su a rilento.......
moto varie.....

Offline Luca Tosi

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 946
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #6 il: 03 Aprile 2014, 19:58:47 »
Quando l'ho compilato io, eravamo poco oltre i 200...  sm414
Tènèrè 600 - KTM EXC 250 - Yamaha Dragstar 1100

Offline branks

  • Full Member
  • ***
  • Post: 151
    • Mostra profilo
    • website
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #7 il: 04 Aprile 2014, 08:25:01 »
Bando ai facili entusiasmi... l'articolo che sarà modificato (ammesso che lo votino), sarà solo riguardante le manifestazioni sportive (quindi durante eventi temporali ben definiti e limitati nel tempo), e potrà dare la possibilità ai sindaci la responsabilità di concedere o meno le autorizzazioni che ora erano demandate ad enti superiori quali, appunto, la Regione Lombardia.

Se è disponibile al voto anche un ecologista, comunista e iscritto al CAI come il bresciano Corrado Tomasi
( http://www.consiglio.regione.lombardia.it/Consiglieri/-/consiglieri/421 ) non aspettiamoci grandi sconvolgimenti rispetto all'attuale normativa.

Intervista al Consigliere Regionale Tomasi:
http://www.teleboario.it/tbNews.asp?idV=14352
« Ultima modifica: 04 Aprile 2014, 08:27:14 da branks »

Offline old-cat

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1388
  • anche lui è più veloce di me...
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #8 il: 04 Aprile 2014, 16:47:50 »
Bando ai facili entusiasmi... l'articolo che sarà modificato (ammesso che lo votino), sarà solo riguardante le manifestazioni sportive (quindi durante eventi temporali ben definiti e limitati nel tempo), e potrà dare la possibilità ai sindaci la responsabilità di concedere o meno le autorizzazioni che ora erano demandate ad enti superiori quali, appunto, la Regione Lombardia.
....

Poter contrastare i signori del CAI, WWF e chipiùnehapiùnemetta è già qualcosa  sm472
Motoalpinista in... e-bike
Ma presto ritornerò...!!

Offline branks

  • Full Member
  • ***
  • Post: 151
    • Mostra profilo
    • website
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #9 il: 09 Aprile 2014, 08:26:43 »
Votazione del Decreto rimandata a d.d.d. per poter eseguire nuove e più approfondite valutazioni sul da farsi.

dal web:
"Martedì 8 aprile 2014, nella seduta del Consiglio Regionale della Lombardia è stata ritirata la proposta di deroga al divieto di circolazione dei mezzi motorizzati su sentieri, mulattiere e boschi. Ritornerà in commissione a giugno con un testo rivisto e le associazioni saranno riascoltate."

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29624
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #10 il: 09 Aprile 2014, 14:20:19 »
Buon segno!  :OK:
Compatti si ottiene qualcosa. Da cani sciolti no.  :72:
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline Valchisun

  • Moderatori
  • Hero Member
  • *
  • Post: 30022
    • Mostra profilo

Ktm Super Duke 1290 R

Offline branks

  • Full Member
  • ***
  • Post: 151
    • Mostra profilo
    • website
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #12 il: 10 Aprile 2014, 08:22:34 »
Buon segno!  :OK:
Compatti si ottiene qualcosa. Da cani sciolti no.  :72:

questa non l'ho capita....... l'abbiamo "quasi" presa in quel posto e c'è pure qualcuno di "noi" che festeggia?  sm17

Offline alex

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 29624
  • Quartier del Piave (TV)
    • Mostra profilo
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #13 il: 10 Aprile 2014, 11:42:26 »
Sbagliato io. Avevo letto "deroga al divieto di circolazione" interpretandolo come una sospensione del divieto  sm470
Aprilia SL1000 Falco "Zia Frankenstein"

Offline branks

  • Full Member
  • ***
  • Post: 151
    • Mostra profilo
    • website
Re: PETIZIONE per L'enduro in Lombardia
« Risposta #14 il: 10 Aprile 2014, 13:04:49 »
ah, ok, adesso mi quadra perché avevi scritto 'sta "fregnaccia"  sm442

Rileggendo bene anche il testo della petizione "pro-fuoristrada" bisogna ammettere che ci sono alcune macroscopiche inesattezze, che non si sarebbero scritte se si fosse letto con attenzione il testo del progetto di legge n.124 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31"

Scrivere "Vietare il transito a sentieri e mulattiere vorrebbe dire impedire ai piloti lombardi di svolgere la normale attività di allenamento" è un'emerita belinata (come direbbero a Genova) in quanto l'approvazione di questo progetto di legge non autorizzerebbe minimamente il libero traffico motorizzato sui sentieri, togliamocelo dalla testa!!!!!

Sarebbe solo una semplificazione all'iter burocratico di organizzazione di gare e manifestazioni (tipo le motocavalcate), permettendo alle Amministrazioni Comunali di rilasciare i permessi che, in assenza di tale legge, sarebbe nuovamente lasciato agli enti "superiori" (come la Regione, appunto).

Se vogliamo controbattere alle panzane scritte dal CAI e dai finti ambientalisti, dovremmo essere i primi a non scrivere "inesattezze".
Altrimenti rischiamo anche noi di passare per faziosi e demagogici.

Cit. dal Progetto di Legge:

"La soluzione del problema attuale si può quindi ricercare in apposite forme di regolamentazione che distribuiscano l’uso del territorio tra le varie esigenze in modo da rispettarne i diversi gradi di importanza e rilevanza sociale e di garantire a tutte un minimo ambito di praticabilità.
In tale ottica si muove il presente Progetto di Legge. Secondo l’attuale formulazione dell’articolo 59, commi 3 e 4, della legge 31/2008, le competizioni nei boschi, nei pascoli, sui sentieri, sulle mulattiere sono vietate. Solo sulle strade agro-silvo-pastorali il Comune, con proprio regolamento, può prevedere la possibilità di rilasciare l’autorizzazione per competizioni motorizzate, previo parere dell’Ente forestale. Occorre, pertanto, rivedere la legge 31/2008, riconoscendo che le attività motoristiche portano reddito in aree depresse, quali quelle di montagna, ma che solo normandole è possibile tutelare l’ambiente forestale in cui le stesse si svolgono. Il presente Progetto di legge mira quindi a superare i divieti della attuale normativa regionale introducendo una serie di deroghe che, compatibilmente con le esigenze di tutela del patrimonio forestale, possano consentire l’autorizzazione temporanea di manifestazioni che prevedano il transito di mezzi a motore, fatto salvo il parere preventivo degli enti interessati, tra cui i Comuni, gli Enti parco e le Comunità Montane.

...
...

art. 59 comma 4.bis

In deroga ai divieti di cui ai commi 3 e 4, con il regolamento di cui all’articolo 50, comma 4, compatibilmente con le esigenze di tutela del patrimonio forestale, sono definite le modalità e le procedure con cui gli enti proprietari, per il territorio di rispettiva competenza, possono individuare manifestazioni, percorsi, o aree per i quali autorizzare il transito temporaneo di mezzi a motore. Nel caso in cui il territorio interessato dall’autorizzazione sia ricompreso in una area protetta regionale, gli enti gestori di queste ultime sono tenute ad esprimere un parere preventivo.

art. 59 comma 4.ter

Qualora l’autorizzazione di cui al comma 4.bis coinvolga il territorio di due o più Comuni, l’autorizzazione deve essere richiesta al Comune avente il maggior numero di abitanti e deve essere rilasciata, previo parere degli altri Comuni ed enti interessati, entro trenta giorni dalla richiesta."

« Ultima modifica: 10 Aprile 2014, 13:07:35 da branks »